Sistemi ADAS: presto obbligatori su tutte le auto in Europa

Il Parlamento Europeo ha deciso, in futuro sistemi ADAS come la frenata autonoma di emergenza e il Lane Assist. Obiettivo meno incidenti

17 novembre 2017 - 18:15

Così come per altri sistemi di sicurezza, arriva un obbligo, da parte del Parlamento Europeo, che riguarda i prossimi modelli di auto. Dopo ABS e ESP, sarà necessario per le Case auto, equipaggiare i propri prodotti con sistemi di guida assistita ADAS che, ad oggi, compaiono in alcuni casi tra gli optional. Di cosa stiamo parlando? Frenata autonoma di emergenza con riconoscimento dei pedoni e altre dotazioni come il mantenimento autonomo della carreggiata. Allo studio anche altre indicazioni che riguardano il tasso alcolemico per neopatentati e gli autisti professionisti.

OBIETTIVO MENO INCIDENTI Un passo decisivo per aumentare la sicurezza stradale e diminuire il numero di decessi che annualmente vengono registrati sulle strade europee. Quella che è stata approvata pochi giorni fa è una proposta dell'eurodeputato tedesco Dieter-Lebrecht Koch, vice presidente della Commissione Trasporti e Turismo, volta a rendere obbligatori per le Case auto, alcuni sistemi di sicurezza attiva ADAS – che oltre a rendere le auto più sicure le rende anche più efficienti. L'acronimo, che sta a significare Advanced Driver Assistance Systems attualmente figurano tra gli optional in alcuni casi – di serie invece sulla gran parte delle auto di fascia premium – ma dovranno diventare necessari per poter commercializzare i propri prodotti sul territorio europeo.

STESSO PERCORSO COMPIUTO PER ABS E ESP Nello specifico parliamo di frenata autonoma di emergenza con riconoscimento dei pedoni e del sistema di mantenimento autonomo della carreggiata – meglio noto come Lane Assist. Quella voluta dal Parlamento Europeo – che ha votato la proposta con ben 593 voti a favore, 39 contrari e 53 astensioni – è una democratizzazione dei sistemi di sicurezza, per diminuire il numero di morti sulla strada, visto che, nel 90% dei casi, la colpa è da attribuire al fattore umano – qui l'ultimo report di Dekra che riguarda gli incidenti in Italia. Rendendo obbligatori su tutte le vetture – sia di segmento che di prezzo –  queste tecnologie si potrebbe veramente compiere un deciso passo avanti verso la sicurezza, come avvenne per l'ABS e l'ESP nel 2004 e 2011 –  qui il nostro test sui sistemi di guida autonoma ZF con il suo progetto Vision Zero Vehicle.

TOLLERANZA ZERO PER IL TASSO ALCOLEMICO Non solo sicurezza attiva. Infatti è al vaglio anche l'iniziativa che porterà a zero la tolleranza nel valore del tasso alcolmeico per autisti professionisti e neopatentati. Quella della guida in stato d'ebrezza è una piaga che colpisce in particolar modo le fasce più giovani di automobilisti, azzerando il limite massimo di tolleranza si potrebbe ottenere un riscontro diretto sulla diminuzione di incidenti che riguardano i ragazzi al volante, nella speranza anche di sensibilizzare gli automobilisti di domani su un tema così delicato.

PRESTO LE TEMPISTICHE Tornando ai sistemi di sicurezza che saranno obbligatori, ancora non sono stati definiti i tempi e i modi con i quali, questo provvedimento, diventerà attivo a tutti gli effetti. Come influirà questo obbligo sulle tasche dei cittadini europei? È previsto un aumento complessivo dei prezzi delle auto, ma il Parlamento Europeo rassicura i più scettici visto che proprio grazie a un'ampia diffusione di questi sistemi, il prezzo delle vetture non potrà arrivare alle stelle mantenendosi comunque in percentuali accettabili per il mercato. Non resta che aspettare quando verrà stabilita l'effettiva entrata in vigore di tali obblighi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto con km scalati: nuove regole per evitare le truffe anche negli USA

Costo benzina in Germania: fino a 50 euro in più con l’ecotassa CO2

Bonus rottamazione auto per TPL: slitta il decreto