Siamo tutti pedoni 2017: l'indagine di SicurAUTO.it a Salerno [VIDEO]

Siamo tutti pedoni, l'indagine di SicurAUTO.it con il Centro Antartide svela il rapporto degli utenti più deboli con le strisce pedonali a Salerno

26 maggio 2017 - 14:00

In occasione della settimana mondiale della sicurezza stradale indetta dalle Nazioni Unite, SicurAUTO.it ha partecipato al flash mob  in collaborazione con il Centro Antartide dell'Università Verde di Bologna  per sensibilizzare gli utenti più deboli della strada all'uso corretto delle strisce pedonali. L'iniziativa che vede SicurAUTO.it ancora una volta al fianco del Centro Antartide per la campagna Siamo Tutti Pedoni, ci ha anche permesso di attirare l'attenzione dei passanti su uno degli attraversamenti pedonali della città di Salerno più battuto, ma non sempre nel modo corretto, come purtroppo siamo riusciti a testimoniare nel video sotto. Le sorprese però non sono mancate poiché anche tra i più insospettabili passanti, perché sicuramente non addetti ai lavori, c'è una buona predisposizione al rispetto delle regole, ma il resto scopritelo nell'indagine video in basso Siamo tutti Pedoni 2017 a Salerno.

CHI CONOSCE IL RISCHIO LO EVITA Secondo i dati riportati dal Centro Antartide il fenomeno dell'insicurezza stradale soprattutto tra gli utenti più deboli della strada ha ripreso a crescere nel 2015 del 4%. In altre parole il 30% dei pedoni perde la vita mentre attraversa sulle strisce pedonali e di questi almeno la metà ha oltre 60 anni. Una questione di riflessi vi direte? Beh, per quanto talvolta il giallo pedonale non sia temporizzato abbastanza a lungo da consentire l'attraversamento completo, durante l'indagine di SicurAUTO.it a Salerno abbiamo fotografato uno spaccato e anche una varia consapevolezza del rischio tra i pedoni intervistati, ma prima di approfondire rischi e consigli per sopravvivere in città, vi proponiamo nel video qui sotto cosa pensano i pedoni di Salerno che abbiamo intervistato del modo corretto di attraversare sulle strisce pedonali.

4 SEMPLICI REGOLE DA RICORDARE Nel video qui sopra emerge come gran parte dei pedoni intervistati di diverse età, sposati o meno e con figli, abbiano una buona conoscenza del rischio di attraversare fuori dalle strisce e del modo corretto di farlo in diversi contesti. Le immagini che abbiamo raccolto nel video però mostrano anche l'altra faccia, quella di auto che con il verde sono costrette a dribblare coppie temerarie o inconsapevoli di trasmettere un messaggio sbagliato ai più piccoli osservatori  che hanno al seguito, i loro stessi figli. Dunque è opportuno ricordare a tutti quattro consigli semplici per tornare a casa sani e salvi senza mettere a repentaglio la propria vita: cellulare, strisce, visibilità e sguardo.

  • Utilizziamo i cellulari e altri device con attenzione quando siamo in strada: le strisce pedonali non vi proteggono da un automobilista distratto, da un ciclista o anche ad esempio da mezzi di soccorso in emergenza.
  • E' sempre consigliabile cercare le strisce più vicine, anche se oggi andiamo tutti di fretta, come afferma uno degli intervisti. Ricorda che è un tuo dovere utilizzarle se sono a meno di 100 metri da te.
  • Gli indumenti, soprattutto di sera o in zone urbane o extraurbane poco illuminate, aiutano ad essere visti, quindi meglio preferire indumenti chiari e con elementi riflettenti ad alta luminosità.
  • Il contatto visivo con gli altri utenti della strada, anche quando si attraversa sulle strisce con o senza semaforo è importante. Quindi assicuratevi che il motociclista o il conducente dell'auto che sta sopraggiungendo vi abbia notato e che non sia distratto da altro.

PERCHE' SIAMO TUTTI PEDONI? “Siamo tutti pedoni vuole richiamare l'attenzione sulle tragedie che coinvolgono il più debole utente della strada per far crescere la consapevolezza che questa strage può essere evitata. Facendo rispettare le regole, educando ad una nuova cultura della strada, rendendo più sicure le strade, attuando un'azione repressiva più incisiva, suscitando un protagonismo diffuso a favore di questa impresa civile. La campagna vuole anche sottolineare il valore del camminare non solo per la mobilità ma anche per la salute e l'ambiente. Vuole sensibilizzare al rispetto del diritto alla mobilità di portatori di handicap, anziani, genitori con passeggino evitando il parcheggio selvaggio e l'occupazione degli spazi riservati.” L'iniziativa è così riassunta dal Centro Antartide, con cui SicurAUTO.it continuerà a promuovere attivamente interventi per la sicurezza di tutti gli utenti della strada.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tesla Model 3: i 10 difetti più frequenti sulla carrozzeria dell’auto

Viadotti autostrade

Autostrade e Ponti: i nuovi controlli passano a una società internazionale

App auto che spiano i conducenti: il 62% favorevoli per la sicurezza di guida