Servizio di Report sulla sicurezza stradale, ma l'agente è senza cinture

Ieri sera ho avuto modo di guardare con attenzione un servizio di Report sulla sicurezza stradale, ma non ho potuto non notare il dirigente della stradale senza cinture di sicurezza...

22 marzo 2010 - 11:14

Ieri sera ho avuto modo di guardare con attenzione un servizio di Report sulla sicurezza stradale, un argomento che mancava nel programma scritto e condotto da Milena Gabanelli dal lontano 2001.

I fatti emersi sono sempre gli stessi per chi segue l'argomento quotidianamente ma la gente comune non ne conosce quasi nulla, quindi ottimo il lavoro di Milena.

Tuttavia ci sono stati due dettagli davvero deludenti che stridevano con il filone educativo del servizio, ma cosa ancora più deludente è che questi comportamenti sono stati operati da agenti della stradale.

Il primo, in ordine temporale, è il modo piuttosto bizzarro ed insicuro di trasportare i bagagli operato dalla pattuglia ripresa nel servizio. Come potete vedere dalla foto qui accanto il sedile posteriore è pieno fascicoli, valigette e persino dell'etilometro. Tutti oggetti pesanti (specie la valigetta di metallo) pericolosissimi in caso d'incidente. Forse gli operatori non avevano mai visto uno dei crash test ADAC dedicati proprio al trasporto bagagli. Peccato, perché loro rischiano molto viste le velocità a cui operano.

Ma il vero cattivo esempio lo ha dato Antonio Forte, dirigente della Polizia Stradale, che durante il servizio è stato intervistato più volte. Ha detto tutte cose giustissime ma… era senza cinture! E di sicuro non era in un servizio d'emergenza.

Incredibile vedere come, seppur l'auto fosse in movimento (e presumibilmente in autostrada) il dirigente non si è nemmeno curato di indossare la cintura di sicurezza. Almeno fare la parte ed indossarla in occasione di un servizio TV…

Invece la cattiva abitudine operativa, che vede gli agenti di polizia (quasi) sempre senza cinture, ha preso il sopravvento. Anche l'autista del mezzo sembra essere sprovvisto di questo fondamentale sistema salva vita, il tutto contrariamente agli appelli fatti dai loro colleghi dell'ASAPS sia sulle cinture posteriori che sulle cinture obbligatorie per gli agenti.

Insomma se da un lato si cerca di fare educazione e prevenzione, senza un buon esempio è difficile che la gente cambi. Si instaura sempre quell'odioso meccanismo (sbagliatissimo!) del tipo: “ma se non se la mettono nemmeno loro perché devono imporla a me?”…

Che dire, io non mi reputo un autista modello (errare umanum est) ma almeno le cinture, davanti e DIETRO, me le indosso sempre e le impongo a chi è con me in auto. Chiedete a chi mi conosce.

Nota

Ci tengo a precisare che ripongo una stima immensa nei confronti di tutte le forze dell'ordine. So bene come moltissimi agenti ogni giorno si danno da fare per la nostra sicurezza e spesso sono pagati male o in ritardo. Tuttavia visto il progetto ICARO e i vari appelli all'uso delle cinture di sicurezza operati dalla stradale ritengo che ci voglia un po' più di coerenza.

1 commento

alessandro
16:41, 19 giugno 2011

Dunque gentile ed attento teleascoltatore le faccio presente 2 cose:
1)il servizio di emergenza delle Forze di Polizia non é, come ignorantemente si crede, quello svolto esclusivamente con i dispositivi accesi (sirena + lampeggiante) ma comprende una tipologia di servizio ad alto rischio e di pronto intervento che per tutto l'arco orario del suo impiego è considerato “emergenza”. In ambito autostradale ad esempio è così, ergo ne consegue che gli operatori NON abbiano per legge l'obbligo di indossare le cinture di sicurezza, ripeto l'obbligo, così vale anche per altre norme come ad esempio il telefono. Sottolineo obbligo perchè poi è scelta personale se indossarle o meno (ovviamente tutte le Forze dell'Ordine sensibilizzano a riguardo per tutelare la sicurezza degli operatori) e sulla loro utilità in servizio di pattuglia avremmo molto da dire ma non è questa la sede di emettere giudizi sulla bontà o meno di un compartamento comunque lecito non trattandosi dunque di una palese infrazione ad una legge dello stato.
2)Mi collego a quanto appena detto per sottolineare come troppo spesso chi non è del settore giudica e non conosce realtà operative stressanti e dure e vede in una cintura non messa (con sicuro grave rischio per chi non lo fa) una infrazione (che in realtà non c'è) e non pensa che quella cintura non messa permette agli operatori di effettuare manovre repentine che altrimenti una cintura impedirebbe. Proprio in autostrada accadono eventi rischiosi all'improvviso e determinano scelte di millesimi di secondi da parte di operatori che, esponendosi a gravi rischi, salvano vite magari togliendo al volo ed in movimento oggetti che potrebbero provocare gravi incidenti a causa del loro investimento.
Cosa voglio dire in sostanza, prima di criticare un poliziotto o un carabiniere perchè non indossa le cinture pensiamo al perchè magari non lo fà e non crediamo che sia sempre mera pigrizia o negligenza, non crediamo che la sirena la si usi per saltare le code e bere il caffè!La realtà operativa è complessa ed ai più ignota quindi prima di giudicare pensare è necessario conoscere, dopo vent'anni di volante accetto consigli, dopo anni di radiomobile prendo in considerazione osservazioni operative, dopo una vita di autostrada ascolto…altrimenti ognuno faccia il suo lavoro e ritengo che le Forze di Polizia lo facciano veramente bene.
Ricordiamoci inoltre che le Forze dell'Ordine hanno un bersaglio sulla macchina e sulla schiena di ogni Agente/Carabiniere perciò saltare fuori dalla macchina al volo per rispondere ad una minaccia, come in un conflitto a fuoco, potrebbe voler dire salvare vite e salvarsi la vita. Provate a farlo con la cintura!
Comunque apprezzo la stima per le FFOO ma ammonisco affinchè che un certo tipo di risentimento sociale non diventi lo spunto per polemiche poco costruttive.
Grazie ONORE ALLE FORZE DELL'ORDINE ITALIANE.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici