Seat: sei nuove elettriche entro tre anni

Seat, forte di un bilancio in forte attivo, annuncia un piano industriale che porterà sei nuove auto elettriche entro il 2021

28 marzo 2019 - 12:23

In risposta alle sfide lanciate nel settore delle auto elettriche, Seat ha lanciato la nuova strategia industriale. La porterà a includere, da qui al 2021, ben sei modelli di auto elettriche o ibride. La Casa spagnola in questo modo punta a continuare la scia di ottimi risultati di vendite e ricavi ottenuti negli scorsi anni.

SEMPRE PIÙ EXPORT E RICERCA

Partiamo proprio dai conti. I risultati 2018 della Seat sono stati i migliori di sempre: l’utile netto ha toccato i 294 milioni di euro, segnando un +4,3% rispetto al 2017, mentre il fatturato segna un +4,6% (pari a 9,991 miliardi di euro). La Casa del gruppo Volkswagen nel corso dell’ultimo anno è stata anche il marchio con la crescita più rapida in Europa, con 517.000 auto vendute (+10,5% rispetto al 2017). Il piano industriale dell’azienda mira a investire ancora di più nella ricerca e nelle esportazioni, che nel 2018 hanno raggiunto l’80% della produzione totale: la spesa per Ricerca e Sviluppo ammontava lo scorso anno a 656 milioni, +41,1% in confronto al 2017, mentre nel campo dell’export la casa iberica vuole consolidare l’azienda a livello globale, puntando soprattutto su Nord Africa, America Latina e, dal 2021, sulla Cina.

SEI ELETTRICHE ENTRO IL 2021

Per non arrestare questa catena di successi, il marchio spagnolo scommette proprio sull’elettrico (come dimostrato anche dalla concept Minimò presentata al Salone di Ginevra). La Mii e la el-Born avranno una loro versione 100% elettrica: saranno le prime vetture senza motore a combustione della storia della Seat. Quattro invece i modelli che saranno disponibili in versione ibrida plug-in: due classiche compatte Seat, la Leon e la Cupra Leon, un SUV, la Tarraco, e infine la Cupra Formentor, il nuovo crossover presentato al Salone dell’Automobile di Ginevra. A quanto si apprende dalle dichiarazioni del gruppo, le nuove versioni elettriche e ibride dei sei modelli saranno integrate nelle scuderie del marchio entro il 2021.

UNA MEB IN MINIATURA

Ma l’impegno Seat verso l’elettrificazione si spinge oltre. La Casa di Toledo sta sviluppando una nuova piattaforma in collaborazione con Volkswagen. Si tratta di una versione ridotta della Meb (Modular Electric Drive). Permetterà di realizzare auto elettriche sotto i 4 metri di lunghezza. Questa scelta deriva dalla volontà del marchio di produrre auto sotto i 20.000 euro. Si inseriranno quindi in un mercato aperto anche al grande pubblico. Per farlo il gruppo ha assunto più di 300 ingegneri specializzati, che lavoreranno al progetto in Spagna. I primi risultati si vedranno probabilmente tra tre o quattro anni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tariffe taxi da e per gli aeroporti

Tariffe taxi da e per gli aeroporti: quanto si paga in Italia

Auto elettriche e SUV: perché il costo dell’assicurazione è più alto

Tutor autostrade 2019

Tutor autostrade 2019: mappa dispositivi da riattivare o già attivi