Salone di Ginevra: ecco l'Alfa Giulia per tutti. Foto e dettagli della gamma

L'attesissima Giulia senza spoiler e prese d'aria avrà 3 allestimenti principali e motori da 150 cavalli in su. Scopri i dettagli da Ginevra

2 marzo 2016 - 12:02

Finalmente il Salone di Ginevra ha “smascherato” la Giulia Quadrifoglio, mostrando al pubblico la versione normale, che completa così la gamma della nuova berlina della Casa del Biscione. Seppur più sobria rispetto alla sua variante ad alte prestazioni, mette in mostra l'eleganza e allo stesso tempo l'aggressività del suo design. Sarà possibile ordinarla dal prossimo 15 aprile; ecco tutte le caratteristiche della nuova Giulia

IL CUORE DELLA GIULIA – Visto che la curiosità maggiore era riservata alla proposta di Alfa relativa ai motori, ecco tutti i “cuori” della Giulia normale (intanto è arrivata anche la nuova Giulietta; leggi qui tutte le sue caratteristiche). In totale sono 4 i propulsori: un 2,2 litri Diesel da 150 Cv e da 180 Cv (abbinati a un cambio manuale a 6 rapporti o a un automatico a 8 rapporti), un 2,0 litri benzina da 200 Cv con cambio automatico a 8 rapporti e un 2,9 litri V6 Biturbo benzina da 510 Cv della Quadrifoglio, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. Nei mesi prossimi arriveranno il 2,0 litri a benzina da 280 Cv e il 2,2 litri diesel da 210 Cv. Si tratta di un modello che porta in alto l'orgoglio italiano, perché tutti i motori della gamma sono prodotti in Italia, negli stabilimenti di Termoli (quelli a benzina) e di Pratola Serra (quelli diesel), mentre l'assemblaggio del modello avviene a Cassino. Altre caratteristiche tecniche parlano di una trazione posteriore, le sospensioni sono a doppio braccio oscillante all'anteriore e multilink al posteriore, mentre nella sua progettazione sono stati utilizzati materiali speciali, come fibra di carbonio, alluminio e compositi, utili a ottimizzare il rapporto peso/potenza.

LA DOTAZIONE DELLA GIULIA – Ecco cosa offre (di serie e non) la Giulia (leggi qui le anteprime Fiat e Maserati al Salone di Ginevra): di serie è previsto il Lane Departure Warning, il Cruise Control e l'Integrated Brake System (IBS) ovvero il dispositivo che incorpora il controllo di stabilità e il servofreno, migliorando la risposta del pedale e riducendo le vibrazioni tipiche dell'ABS. Sempre su tutte vi è il Forward Collision Warning (FCW) con AEB e riconoscimento pedone, che sfrutta i sensori di bordo e una telecamera frontale; inoltre la versione base (Giulia) monterà i cerchi in lega da 16″, il climatizzatore bi-zona e il sistema d'infotainment Connect con schermo da 6,5″. L'allestimento Super aggiunge i cerchi da 17″ e gli interni rivestiti di pelle e tessuto, mentre alla Quadrifoglio saranno riservati il differenziale posteriore con Torque Vectoring, l'Active Aero Splitter anteriore, gli interni di pelle e Alcantara, il Blind Spot Monitoring, il tasto d'accensione sul volante, le finiture interne in fibra di carbonio e i gruppi ottici allo Xeno con AFS. Sono due i pacchetti interessanti, il Pack Lusso e il Pack Sport: il primo include sedili di pelle pieno fiore riscaldabili, rivestimenti di legno, finiture cromate e fari allo Xeno, il secondo offre il volante sportivo, gli inserti interni di alluminio e i fari allo Xeno.

DNA E INFOTAINMENT – Anche sulla Giulia meno sportiva è presente il famoso selettore di guida Alfa Romeo DNA, che combina i settaggi dell'elettronica di bordo nelle modalità Natural, Dynamic e Advanced Efficiency alle condizioni del percorso. Per la Quadrifoglio è previsto anche il DNA Pro con settaggio specifico Race. Nell'abitacolo c'è anche tanta tecnologia a servire l'infotainment: la plancia della Giulia, rivolta verso il guidatore, ospita il nuovo sistema Connect 3D con schermo da 8,8″. Sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli, si controlla mediante il Rotary Pad situato nella console centrale o attraverso i comandi vocali ed è compatibile con gli standard Apple Carplay e Android Auto. Il sistema integra anche la connettività Bluetooth con funzione streaming, la presa USB, la radio digitale Dab e la navigazione satellitare con grafica 3D e sistema di calcolo Dead Reckoning (in grado di funzionare anche in assenza di segnale Gps) con mappe TomTom aggiornabili. E' inoltre possibile abbinare all'infotainment anche il nuovo impianto audio Sound Theatre by Harman Kardon, con 12 canali e 900 W in Classe D.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus viaggiare in auto in Europa

Coronavirus: viaggiare in auto in Europa. Quali frontiere chiuse?

Metano Self Service: a rischio il rifornimento fai da te

Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020