Salone di Ginevra 2015, le novità Toyota e Lexus

La Avensis e la Auris si rinnovano, nei contenuti tecnici e negli equipaggimaneti, mentre Lexus pensa a una citycar

9 marzo 2015 - 12:08

Toyota (qui la prova della Prius Plug-in) si presenta al Salone di Ginevra con due novità molto pragmatiche, che vanno al cuore della gamma, come la Avensis e la Auris, entrambe sottoposte a un corposo restyling. La prima ha ricevuto diversi aggiornamenti nello stile e negli interni, due nuovi motori turbodiesel e il pacchetto di sistemi di sicurezza attiva Toyota Safety Sense; poi sono stati modificati telaio e scocca, per raggiungere le cinque stelle Euro NCAP e il sistema di infotainment Touch 2 è stato aggiornato. Adesso ha uno schermo da 8 pollici e nuove funzionalità di connettività. Più lunga di 4 cm rispetto al modello che sostituisce, ha anche i gruppi ottici a LED, sia anteriori (luci di marcia diurna) che posteriori. Tante le modifiche agli interni con nuovi tessuti e colorazioni, ma anche con l'aggiunta di nuovi materiali fonoassorbenti in grado di ridurre la rumorosità.

TANTE NOVITA' PER I MOTORI – Sotto il cofano, infine, ci sono due nuovi motori: il 1.6 D-4D da 112 CV e il 2.0 D-4D da 143 CV. Il primo consuma 4,1 L/100 km ed emette 108 g/km di CO2, il secondo sale a 4,5 L/100 km ed emette 119 g/km di CO2. Per quanto riguarda la nuova Toyota Auris (qui abbiamo provato la Yaris), invece, gli aggiornamenti hanno interessato cinque aspetti fondamentali: design, motori, qualità, sicurezza e tecnologia, oltre che la revisione della versione ibrida. All'interno la plancia è più raccolta e i rivestimenti di qualità maggiore. Anche qui ritroviamo sistema di infotainment Touch 2 aggiornato, con schermo da 7,1 pollici e i comandi a sfioramento sulla cornice. Pure qui i motori sono diventati tutti Euro 6 e c'è il debutto del nuovo 1.2 turbo benzina da 112 CV che consuma 4,7 L/100 km ed emette 116 g/km di CO2. Infine, anche sulla Auris, 1.6 D4-D che sostituisce il vecchio 2 litri e dichiara consumi di 4,1 L/100 km con emissioni di 106 g/km di CO2.

TOYOTA SAFETY SENSE – Dal punto di vista della sicurezza, molto interessante è il sistema Toyota Safety Sense, che sulla Avensis è di serie su tutti gli allestimenti, mentre sulla Auris la sua disponibilità è ancora in via di definizione. Il dispositivo è basato su una telecamera e su un radar montati nella parte alta del parabrezza, integrando diverse funzioni: integra il Pre-Collision System, il Lane Departure Warning, l'Autonomous Emergency Braking e l'Adaptive High Beam.

LEXUS PREPARA UNA CITYCAR – Un anno fa, per celebrare il 25° anniversario del brand, Lexus (qui abbiamo provato la CT Hybrid) ha chiesto al Centro di Design Europeo di realizzare un progetto per una vettura 2+2 il segmento A. La concept LF-SA, appena presentata al Salone di Ginevra, è il risultato finale ed esplora il futuro stilistico di Lexus. Le dimensioni della LF-SA, 3,45 metri di lunghezza, 1,70 di larghezza e 1,43 di altezza, sono pensate per la guida urbana mentre gli interni, pur spaziosi per quattro persone, privilegiano l'area del guidatore, con il sedile del passeggero che è l'unico dotato di un sistema di scorrimento per l'accesso ai sedili posteriori. Il sistema di infotainment, invece, comprende un display digitale olografico all'interno del quadro strumenti e un Head-up display a proiezione panoramica collocato alla base del parabrezza. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto auto 7 posti: budget fino a 35.000 euro

Attività di parcheggiatore abusivo

Attività di parcheggiatore abusivo: illecito o reato?

Auto elettriche 2020: i problemi più frequenti e su quali modelli