Salone di Francoforte 2015: la Mégane firma la nuova gamma Renault

Mancava lei per ringiovanire i listini della Casa francese. In Germania sarà in compagnia della Talisman, della Kadjar e di tante altre novità

8 settembre 2015 - 16:45

I motivi per avvicinarsi all'esposizione Renault, durante la kermesse tedesca, sono svariati; prima di tutto perché la regina dello stand sarà la IV generazione di Mégane, che si rilancia nel segmento delle medie con un design accattivante e con richiami a tutta la gamma Renault, ora più giovane, ricca di personalità e contenuti. Un salto di qualità che solo un Salone importante può mettere in risalto.

ECCO LA IV GENERAZIONE – Sarà il destino, di fatto la Mégane (foto sopra) si presenta proprio in casa delle rivali tedesche (che non sono poche); se destino non è, allora è carattere, forte e incisivo, lo stesso che viene messo in risalto dal design di questa nuova generazione, che da venti anni lotta in un segmento a dir poco agguerrito. A guardarla davanti somiglia alla Talisman (la sorella più grande) e non c'è da stupirsi, in quanto la Casa francese ha scelto questi due modelli come quelli che dovranno riscrivire il family feeling della nuova gamma. Ha misure cresciute (è un poco più bassa e più larga e ha un passo di 3 centimetri più lungo) rispetto al modello precedente e da subito si presenta ricca di dotazioni, grazie a vari allestimenti (ad esempio GT) o a versioni speciali, come la RS…insomma, come dire “tutto e subito”!

UNA GAMMA GIOVANE – Il grande merito del rilancio di una gamma che si stava “avvilendo” nel lungo percorso di vita, è del designer olandese Laurens van den Acker, che, dopo aver avuto l'ok dell'alta gerarchia di Renault, ha contribuito a ristabilire gli aspetti salienti di un nuovo family feeling. Tanto per fare un esempio, basta citare la Talisman (foto sopra), nella versione berlina e station wagon, chiamata a sostituire la famosa Laguna, giunta alla fine di una splendida carriera. Di chiari e validi esempi però potremmo farne altri, così ci risulta facile poter parlare del successo di nuova Clio, della derivata Captur, l'avvento della nuova Kadjar (foto sotto) e la nuova vita di Espace. L'unico modello che si sta facendo attendere è l'erede del Koleos, il Suv francese che non è riuscito a farsi apprezzare pienamente, ma che ancora oggi, dopo vari restyling, rimane l'unica scelta di Renault in questo segmento.

DACIA AL SEGUITO – Al Salone di Francoforte avrà uno spazio importante anche il marchio Dacia, che si presenterà al pubblico interessato con due particolari novità. La prima riguarda il cambio automatico Easy-R: associato alla motorizzazione TCe da 90 Cv con Stop & Start, questa trasmissione a 5 rapporti offre al conducente maggiore comodità e facilità di utilizzo. Easy-R sarà disponibile su Logan MCV, Sandero e Sandero Stepway entro la fine del 2015 (secondo i mercati) e si tratta della prima assoluta di un cambio con queste caratteristiche per la gamma Dacia. Altra novità (non poteva mancare) riguarda il Duster, che ora offre un supplemento di contenuti ed evoluzioni del design al suo modello di punta, dopo due anni dal suo ultimo restyling. Perciò, nuove sellerie (con impunture di colore grigio e una tinta grigio platino), cerchi in lega diamantati neri da 16″, una nuova tinta verde Altai (che prende il posto della vernice Deep Jungle), il sistema multimediale e di navigazione MEDIA-NAV Evolution (fino ad ora di serie solo sulla versione speciale e limitata “Gazzetta dello Sport”) e (ancora per la prima volta su una Dacia), la camera parking.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa Roma

Multe Roma: dal 1° novembre 6 nuove telecamere sulle preferenziali

Halloween 2020: come proteggere l’auto dai danni e cosa fare

Incentivi auto elettrica

Incentivi auto Piemonte 2020: fino a 12.000 euro con rottamazione