Salerno-Reggio Calabria: tanto ottimismo, ma anche dubbi

"Aprirò l'A3 prima di Natale", è la promessa di Renzi, che però non chiarisce se saranno completante anche le opere ancora da progettare

29 febbraio 2016 - 9:00

Matteo Renzi promette: “Fatemi fare una pubblicità progresso. Come sembrava impossibile concludere la variante di valico, so che non ci crederete, ma il 22 dicembre inaugureremo la Salerno-Reggio Calabria“. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio durante un incontro con la stampa estera (vedi qui). Si tratta, in realtà, di una conferma poiché già a maggio il premier aveva comunicato un'accelerazione dei cantieri e fissato al massimo entro la fine di quest'anno la conclusione dei lavori lungo l'autostrada. 

ANAS CONFERMA – La garanzia sulla data annunciata dal premier e ribadita dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio è arrivata anche dall'Anas, società che si occupa della gestione e dei lavori di ammodernamento dell'autostrada. “L'Anas – si legge in una nota – conta di consegnare agli italiani i circa 450 km della Salerno-Reggio Calabria, con standard autostradali, completa di almeno 4 corsie e senza cantieri permanenti, entro la fine di quest'anno, anticipando di un anno e mezzo i termini contrattuali, tenuto conto dell'impegno richiesto in tal senso dal Governo”.

COSA MANCA – La società guidata da Gianni Vittorio Armani ha precisato che “i lavori sull'ultimo tratto tra Laino Borgo e Campotenese proprio al confine tra Calabria e Basilicata in corrispondenza del viadotto Italia sono in fase di completamento e saranno completati entro dicembre. A quel punto l'autostrada sarà terminata, proseguiranno solo le attività di manutenzione straordinaria, come per qualsiasi altra infrastruttura autostradale a pedaggio o no”. Lo stesso presidente Armani, in audizione al Senato nei giorni scorsi, aveva assicurato che dall'anno prossimo l'arteria “sarà fruibile senza impedimenti a quattro corsie (due per senso di marcia) dall'inizio alla fine”.

QUALCHE DUBBIO – Ma l'inkiesta.it evidenzia qualche punto oscuro. “Se Renzi vuole dire che i due cantieri oggi in esecuzione saranno finiti, è vero. Ma ci sono tratti appena andati in gara, altri ancora in progettazione, e altri ancora da mettere in sicurezza – dice Antonio Di Franco, sindacalista della Fillea Cgil locale -. Quello che ci aspettiamo da Renzi è che ci dica quando apriranno i nuovi cantieri, non quando chiuderanno quelli esistenti. O forse il presidente del Consiglio ci sta dicendo che non vuole finire la Salerno-Reggio Calabria?”. Alla fine, Renzi parla solo di chiusura dei vecchi cantieri? Oppure si riferisce al vero completamento dell'A3?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bonus rottamazione auto per TPL: slitta il decreto

4 errori da non fare con bambini fino a 12 anni e cinture di sicurezza

Guida in stato di ebbrezza auto confiscata

Etilometro non revisionato: l’onere della prova spetta all’accusa