Renault non rinuncia alla guida autonoma: pronta la Zoe per i test in Cina

La Renault Zoe è la prescelta per il debutto in Cina dei test sulla tecnologia driverless: l'aspettano 2 km di strada a Wuhan

6 ottobre 2016 - 14:00

Con un occhio puntato alla Cina la Renault è intenzionata a condurre un test su strada aperta, per dimostrare il livello di avanzamento della propria tecnologia di guida autonoma. Il prototipo Next Two è basato su una elettrica Renault Zoe, che dovrà percorrere 2 chilometri all'interno della città di Wuhan. Questo sarà un test fondamentale per il brand francese, che potrà cercare di fare la voce grossa all'interno di un panorama di auto driverless.

TEST IN CINA Nel 2013 la Renault presentò il prototipo Next Two, un'auto con embrionale tecnologia di guida autonoma basata sull'auto elettrica Renault Zoe, normalmente commercializzata. Ad oggi il brand francese è intenzionato a dimostrare il punto di sviluppo di queste features, cercando di far sentire la propria voce all'interno di un panorama che vede i Costruttori di tutto il mondo lottare in questa guerra tecnologica. Lo scenario scelto per questa dimostrazione è la città cinese di Wuhan.

DUE CHILOMETRI Secondo i piani la Renault Zoe dovrà guidare in autonomia per un totale di due chilometri, nella zona del lago della città cinese di Wuhuan. Se si pensa alla mole di test che conduce Google con le proprie auto sembrano un'inezia due soli chilometri (leggi quanti km fanno le Google Car durante i test), ma la capacità di riuscire a portare a termine un percorso cittadino senza inconvenienti sarebbe una dimostrazione di leadership da parte di Renault, che in Cina collabora con Dongfeng.

LO STATO DELLA GUIDA AUTONOMA Considerando il grande interesse posto dai vari costruttori nello sviluppo della guida autonoma, tale tecnologia sta raggiungendo dei traguardi in tempi esigui, considerando la mole di lavoro e la complessità di sviluppo che c'è alle sue spalle. Google pensa alla commercializzazione di un'auto fatta e finita entro il 2020, Tesla con il suo Autopilot cerca di raccogliere sempre maggiori dati di utilizzo, anche se c'è stata una prima vittima causata da questo sistema (leggi della prima vittima della guida autonoma). A questi si aggiungono costruttori come la stessa Renault oppure Volvo, che ha in programma il test di 100 auto a guida autonoma stesso in Cina (leggi dei test di guida autonoma che Volvo vuole condurre in Cina).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)