Investimento sulle strisce

Precedenza pedoni: sulle strisce le auto costose si fermano meno

Uno studio USA sulla precedenza dei pedoni ha dimostrato come cambia il comportamento degli automobilisti sulle strisce in base al sesso dei pedoni e al costo auto

28 febbraio 2020 - 13:00

Quante volte avete reclamato la precedenza pedoni sulle strisce verso auto che non si fermano agli attraversamenti pedonali? Uno studio americano ha trovato un collegamento tra il comportamento di automobilisti nei confronti dei pedoni, il costo dell’auto: in media meno di 3 auto su 10 si fermano a dare la precedenza sulle strisce. Ma i numeri cambiano notevolmente se i pedoni sono di nazionalità e sesso diversi.

COSTO DELLE AUTO E PRECEDENZA AI PEDONI

Lo studio sulla precedenza pedoni e le auto che non si fermano conferma un malcostume noto da tempo: chi guida auto costose è in media più arrogante e indisciplinato. Alla stregua dell’irriverente Marchese del Grillo, interpretato da Alberto Sordi, che esclamava rivolgendosi alla “plebaglia”: “Io sono io, e voi non siete un…”. E’ ciò che a tratti viene fuori dallo studio sulla precedenza pedoni pubblicato sul Journal of Transport & Health. Lo studio condotto osservando due attraversamenti pedonali negli USA, ha concluso che più sale il costo dell’auto, meno probabile è che si fermi a dare la precedenza ai pedoni.

I CONDUCENTI PIU’ BENESTANTI SOPRA LE REGOLE

L’indagine ha osservato il comportamento di 461 auto nei pressi di alcuni attraversamenti pedonali nell’area metropolitana di Las Vegas. All’arrivo delle auto nei pressi delle strisce, il valore dell’auto si è rivelato un fattore decisivo nel concedere la precedenza ai pedoni. In media, i ricercatori hanno stimato che ogni 1000 dollari in più sul costo dell’auto, la probabilità di concedere la precedenza ai pedoni si riduce del -3%. Per lo studio, sono state scelti due attraversamenti pedonali su una strada con limite di velocità di 35 miglia all’ora e 4 corsie.

PRECEDENZA PEDONI IN BASE AL SESSO E ALLA RAZZA

Nonostante ogni attraversamento si trovasse a meno di 1 miglio da scuole elementari, il comportamento dei conducenti non è stato prevedibile. L’arbitrarietà dei conducenti al volante dipende molto anche dal sesso dei pedoni e dal colore della pelle, almeno nell’area oggetto dello studio. Le osservazioni effettuate a mezzogiorno durante il weekend hanno dimostrato che le auto si sono fermate più spesso davanti a pedoni di sesso femminile (31,33%), rispetto ai pedoni maschi (24,06%). Quando lo studio ha considerato la precedenza ai pedoni in base al colore della pelle, i guidatori si sono mostrati più diligenti verso i pedoni bianchi (31,17%) che verso i pedoni neri (24,78%). In media lo studio ha dimostrato che solo il 27,98% delle auto si è fermato a dare la precedenza ai pedoni sulle strisce. Un comportamento ancora più deplorevole se si fa della sicurezza stradale una questione di razza o ceto sociale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ztl Palermo

Ztl Palermo oggi: orari, mappa e zone

È obbligatorio ridurre la velocità su strada a senso unico?

Bollo auto: per quanto tempo va conservata la ricevuta del pagamento?