Weekend in montagna: i controlli alle gomme prima di partire

Perché è importante controllare gli pneumatici prima di un weekend in montagna e quali sono i controlli agli pneumatici da fare se si parte per una vacanza in auto

26 febbraio 2020 - 9:27

La fuga di una vacanza in auto o un weekend in montagna spesso punta tutto sulla necessità di staccare la spina dalla routine, divertirsi e ricaricarsi. L’entusiasmo di passare la settimana bianca con famiglia e amici però non dovrebbe prendere il posto della sicurezza degli pneumatici. Ecco i controlli da fare alle gomme prima di partire con l’auto e le dritte su come risparmiare con le offerte pneumatici: tutti i codici sconto su rezulteo.

I CONTROLLI AUTO PRIMA DI PARTIRE PER UN WEEKEND 

I controlli alle gomme fanno parte del manuale del bravo automobilista, e andrebbero effettuati con una frequenza mensile. E forse tutti controllerebbero più spesso l’usura degli pneumatici se sapessero che le gomme in ottimo stato fanno risparmiare soldi e riducono i consumi di carburante. Esistono molti trucchi per allungare la vita delle gomme, il più diffuso è gonfiare le gomme con l’azoto riducendo le perdite di pressione. Ma questo non basta a saltare i controlli da fare agli pneumatici prima di partire in auto. Dove si possono controllare le gomme prima della partenza? Ovviamente dal gommista, ma se non avete tempo e siete già in ritardo, vi aiutiamo noi a capire quali controlli fare agli pneumatici anche in garage. I controlli alle gomme prima di partire in auto comportano sicuramente una verifica delle condizioni estetiche del battistrada e della spalla alla ricerca di danni o difetti.

IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE GOMME IN FAI DA TE

Con il check up alle gomme fai da te in garage andremo alla ricerca di crepe, tagli o rigonfiamenti sulla spalla della gomma: se presenti sarebbe meglio passare in officina per un controllo più approfondito. La conformità delle gomme è un aspetto sui cui la Polizia non fa sconti, ecco perché bisogna essere certi di avere pneumatici delle misure giuste (verificare sul libretto di circolazione, quadrante III). Se si dispone di un manometro o un compressore portatile siamo già a metà dei controlli da fare prima di partire per il weekend. Vi ricordiamo che la pressione degli pneumatici deve tenere conto anche del carico e va controllata sempre rigorosamente con pneumatici freddi e auto ferma da un po’ all’ombra. Se la corretta pressione delle gomme è variabile e riportata sul manuale di uso dell’auto, il limite di usura del battistrada è standard e non cambia, poiché è stabilito per legge.

COME CONTROLLARE L’USURA DELLE GOMME

Il controllo dell’usura degli pneumatici è ancora più immediato e facile della pressione, poiché si può effettuare anche senza attrezzi. Per comodità può essere utile parcheggiare l’auto alla luce o utilizzare una torcia e assicurarsi che:
– i canali del battistrada siano uniformi nell’altezza residua trasversalmente all’auto;
– se il battistrada è usurato più al centro o nei lati, la gomma va cambiata (e cercata la causa in officina);
– se l’altezza del battistrada residuo è stessa dei tasselli di riferimento annegati nelle gole. Scovarli senza inginocchiarsi non è immediato, cercate quindi sulla spalla della gomma una marcatura “TWI” e in corrispondenza di questa l’indicatore di usura annegato nelle gole del battistrada. I tasselli più profondi sono gli indicatori del limite di usura degli pneumatici estivi e invernali (1,6 mm).

QUANDO CAMBIARE LE GOMME AUTO USURATE

Se uno di questi controlli non dà esito positivo su una o più gomme vuol dire che i pneumatici sono usurati e sarebbe opportuno sostituirli prima di partire per la settimana bianca in auto. Ma anche il DOT (la data di produzione presente sulla spalla, in settimana e anno) ha una sua valenza: se troppo vecchio, in media oltre 4 anni, delle gomme esposte ai raggi UV potrebbero non essere più sicure come da nuove. E se si decide di cambiare pneumatici, la strategia per risparmiare sulle gomme è sempre la stessa: chiedere più preventivi e confrontare i prezzi anche con l’aiuto di un comparatore di prezzi di pneumatici online.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto nuova: per il 50% degli europei con un motore a combustione

Tesla usata: quanto dura la garanzia del Costruttore?

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più