Fase due si può andare all'autolavaggio e dal gommista

Gomme invernali: meglio battistrada stretto o largo?

La larghezza delle gomme invernali è da sempre al centro di grandi dibattiti: meglio un battistrada stretto o largo? Facciamo chiarezza con un test di confronto

9 dicembre 2020 - 8:00

Quando è il momento di cambiare le gomme invernali la soluzione migliore a rigor di logica ricade sulle più larghe: più impronta a terra significa più sicurezza. Ma qual è il compromesso ideale per le gomme invernali in tutte le condizioni di guida più frequenti che si possono trovare in inverno? E’ meglio un battistrada stretto o largo sulla neve? E se invece l’asfalto è freddo ma sgombro di neve la scelta si rivela altrettanto efficace? Ecco tutte le risposte in un video.

Articolo aggiornato il 9 dicembre 2020 alle ore 8:00

GOMME INVERNALI: BATTISTRADA STRETTO O LARGO?

Il test cui parliamo nel video sotto, chiarisce una delle curiosità più importanti che sono emerse dai commenti dei nostri lettori non sempre soddisfatti della scelta delle gomme. Nel video sotto vengono messe a confronto 4 dimensioni di pneumatici da 15 a 18 pollici sulla berlina media più diffusa alla data di effettuazione dei test. E come emerge dalle diverse prove tra le gomme con battistrada largo e stretto, la scelta non è poi così scontata come sembra. Il test Continental ha confrontato gli pneumatici da 195/65R15, 205/55 R16, 225/45 R17 e 225/40 R18  in prove di accelerazione e frenata su neve, di guidabilità su neve in salita e in discesa e di guidabilità su asfalto tipicamente freddo ma sgombro di neve. Tutte le prove sono state condotte sempre al disotto di 7 °C, la temperatura ideale per permettere alla mescola specifica di lavorare al meglio.

QUANDO E’ MEGLIO UN BATTISTRADA STRETTO

Nella prova di accelerazione da 0 a 30 km/h in piano e su neve, il battistrada stretto impiega meno spazio per acquistare motricità grazie alla larghezza inferiore (16,5 metri per la velocità di uscita del test, contro 16,8 m; 17,1 m; 17,5 m al crescere della larghezza). Questa prova è molto importante poiché rappresenta la rapidità con cui l’auto può trovarsi a dover liberare un incrocio o evitare un’altra auto. Nella prova di guidabilità in salita sono ancora le gomme invernali strette a spuntarla sulle altre più larghe, tuttavia la scelta migliore secondo i collaudatori Continental non ricade sulle più piccole da 15 pollici bensì sulla misura intermedia da 205/55 R16. Questa riesce ad avanzare con facilità sulla neve in salita ma offre anche un sostegno laterale migliore nelle curve rispetto a quelle più strette da 15 pollici, in base alle sensazioni dei collaudatori al volante.

DOVE LE GOMME INVERNALI LARGHE SONO PIU’ PERFORMANTI

In inverno le condizioni meteo e quelle dell’asfalto sono molto mutevoli, ma basta percorrere semplicemente una strada diversa per accorgersi che le gomme invernali sotto l’auto non sono della larghezza ideale rispetto a qualche metro prima. E’ quanto risulta dai test di guidabilità su neve in discesa dove l’appoggio laterale nelle curve diventa una costante da non sottovalutare. A differenza del test in salita però più è largo il battistrada e meglio risponde ai comandi di chi è al volante. In questo caso risulta migliore la misura larga 225/45 R17, ma solo perché il battistrada della misura larga da 18 pollici è votato di più a prestazioni migliori sull’asciutto freddo. Anche dal test di frenata su neve da 40 a 0 km/h,  il battistrada largo esce ne fuori con maggiore disinvoltura, offrendo un’impronta e quindi una superficie di contatto maggiore a terra. Le misure larghe da 17 pollici sono ancora in testa (impiegano 20,9 metri) rispetto alle misure intermedie da 16 pollici (21,2 metri – al pari delle misure larghe da 18 pollici sempre a causa del battistrada specifico per la guida invernale da asfalto) e a quelle più strette da 15 pollici che impiegano più di tutte (21,7 metri). Fa storia a se la misura più larga da 18 pollici delle gomme invernali che ha la stessa larghezza della misura da 17 pollici ma a fare la differenza nella prova di asfalto asciutto ma freddo è il disegno specifico del battistrada che dà il meglio quando la strada è sgombra da neve.

BATTISTRADA STRETTO O LARGO? ECCO LA SCELTA GIUSTA

Scegliere una gomma invernale UHP ad alte prestazioni dal battistrada troppo specializzato – quindi che dia il massimo nella guida in autostrada, ad esempio – potrebbe non essere la scelta ideale se prevedete frequenti escursioni su strade costantemente imbiancate. Ma abbiamo anche visto come piccole variabili come un rapporto della spalla più o meno alto (passando da /65 a /55 nella prova di guidabilità in salita) o semplicemente il tipo di strada che si percorre cambia notevolmente il comportamento dell’auto. L’aspetto più significativo però emerso dal test Continental che spiega se sia migliore il battistrada stretto o largo in inverno è che il giusto compromesso si trova nelle misure intermedie. Sappiate però che l’abitudine di gonfiarle eccessivamente non fa bene alle gomme, a tal proposito leggi qui qual è la pressione migliore con le gomme invernali e tante altre informazioni e curiosità sulla scelta nel #SicurEDU sugli pneumatici.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione: danni da buca stradale, Comune non sempre responsabile

Auto senza assicurazione

Auto senza assicurazione: lo Stato perde 280 milioni all’anno

Ztl Torino orari

Ztl Torino: orari di oggi, mappa e proroga