Ogni quanto controllate la pressione degli pneumatici?

Effettuare controlli periodici degli pneumatici, in particolare i valori della pressione, consente di prevenire numerosissime situazioni di potenziale rischio della sicurezza.

14 giugno 2011 - 8:00

Conoscere e regolare la corretta pressione degli pneumatici del proprio veicolo, consente di ottimizzarne le prestazioni, per una guida nella massima sicurezza. Generalmente, si consiglia di controllare la pressione degli pneumatici almeno una volta al mese e prima di ogni lungo viaggio, senza dimenticare di controllare anche la pressione della ruota di scorta, Infatti, se la pressione degli pneumatici non è corretta, si corre il rischio di diminuirne le prestazioni, ad esempio diminuisce l'aderenza e quindi aumenta la distanza di frenata; diminuisce la durata chilometrica ed aumenta il consumo di carburante. Gli pneumatici insieme ai cerchi sono inoltre più esposti a rischi di danneggiamenti accidentali.

CONTROLLI FREQUENTI – La pressione degli pneumatici anteriori è di solito diversa da quella prescritta per gli pneumatici posteriori.  Se non conoscete esattamente la pressione degli pneumatici raccomandata per il vostro veicolo o non sapete come controllarla, vi consigliamo di leggere questo articolo, perché potrebbe farvi risparmiare una somma maggiore a quella richiesta per sostituire uno pneumatico. Molte persone guidano con pneumatici con pressione insufficiente, con tutti i pericoli che ne conseguono. Controllare la pressione degli pneumatici è semplice e sicuramente non costoso, nonostante questo sono in molti a non farlo, sottovalutando quanto possa costar caro ignorare questa procedura fondamentale. Guidare con una pressione degli pneumatici inadeguata può influire negativamente sulla tenuta di strada del veicolo e può compromettere seriamente la sicurezza, provocando incidenti anche mortali. Se la pressione è eccessiva o insufficiente al punto da compromettere gli pneumatici, la lettura di questo articolo potrebbe quantomeno consentirvi di evitare conseguenze.

PRESSIONE ADEGUATA – La pressione corretta per gli pneumatici del vostro veicolo è quella raccomandata dal costruttore del veicolo e riportata di solito nel libretto d'uso e manutenzione. Le informazioni dovrebbero essere riportate anche all'interno del veicolo (controllare il montante della portiera, lato guida, la scatola dei fusibili o l'interno dello sportellino del serbatoio). Nella maggior parte dei casi, vengono fornite due pressioni diverse:

  • condizioni di guida normali
  • guida a veicolo carico (di passeggeri o con oggetti pesanti a bordo).

Per controllare la pressione corrente, è necessario utilizzare un manometro per pneumatici o le attrezzature di gonfiaggio standard normalmente disponibili presso la maggior parte delle officine e delle stazioni di rifornimento (anche se nei distributori è facile trovare manometri che danno informazioni sballate, quindi occhio).

FATTORI DI RISCHIO SICUREZZA – Durata degli pneumatici, tenuta di strada, aquaplaning, frenata e consumi elevati sono tutti fattori causati in gran parte dei casi da una scorretta pressione di gonfiaggio degli pneumatici, in particolare:

Durata

Guidare con pneumatici con pressione insufficiente ne riduce la resistenza anticipandone al contempo il deterioramento, a causa del quale gli pneumatici potrebbero sgonfiarsi troppo rapidamente. -0,5 bar rispetto alla pressione raccomandata = PERICOLO

Tenuta di strada

Se la pressione degli pneumatici è insufficiente, la tenuta di strada diminuisce. Se con una pressione di 2,0 bar è possibile fare una curva a 100 km/h, con una pressione di 1,0 bar tale velocità si riduce a 87 Km/h, ovvero scende di oltre 10 km/h. Pressione bassa = minore tenuta di strada

Aquaplaning

Se la pressione degli pneumatici è inferiore del 30% rispetto alla pressione raccomandata, il rischio di aquaplaning aumenta sensibilmente.
Pressione bassa = maggiore rischio di aquaplaning

Frenata

I test mostrano inoltre che la distanza di frenata da 90 km/h a 70 km/h è di 40 metri a 2,0 bar, ma di 45 metri a 1,0 bar; in altre parole aumenta di 5 m. -1,0 bar rispetto alla pressione raccomandata = +5 m sulla distanza di frenata

Consumo di carburante

Se la pressione degli pneumatici è inferiore di 1 bar rispetto alla pressione consigliata, aumenta la resistenza al rotolamento la quale provoca un aumento del 6% del consumo di carburante.

1 commento

andrea
22:19, 14 giugno 2011

io li gonfio ogni 3 mesi portandoli a 2-3 decimi di bar oltre la pressione consigliata. In genere nell'arco dei tre mesi non perdono al punto di scendere sotto la pressione suggerita

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022