Toyota e Subaru: in arrivo un suv elettrico

Al via una nuova partnership tra Toyota e Subaru per lo sviluppo di un suv elettrico. Il powertrain sarà di Toyota, la trazione integrale di Subaru

7 giugno 2019 - 11:25

Dopo le sportive GT86 e BRZ, Toyota e Subaru tornano a collaborare. Questa volta l’obiettivo è lo sviluppo di un nuovo suv elettrico. Per l’occasione, verrà realizzata un’inedita piattaforma comune. Che verrà sfruttata anche per altri modelli.

CONDIVISIONE DI TECNOLOGIE

L’obiettivo della collaborazione è ridurre l’investimento necessario per lo sviluppo di nuove tecnologie  elettriche e a basso impatto ambientale. Ma la cooperazione tra i due gruppi non è una novità. L’avvicinamento tra i due brand risale al 2005, quando Toyota comprò l’8,7% delle azioni di Subaru. Salite oggi al 16,77%. I due marchi nipponici condivideranno quindi il loro know-how. Unendo i sistemi di elettrificazione di Toyota con la tecnologia a trazione integrale di Subaru. I modelli verranno venduti in maniera indipendente dai due brand. Nonostante lo sviluppo sulla stessa piattaforma. A proposito di piattaforma, Toyota metterà a punto il powertrain elettrico. Mentre Subaru si occuperà dello sviluppo del sistema a quattro ruote motrici.

CORSA ALL’ELETTRICO

Il gruppo Toyota è stato pioniere nello sviluppo di nuovi sistemi ad alimentazione elettrica e Fuel Cell. Rimane in effetti una delle più importanti figure sul mercato in questo ambito. Risale ad Aprile l’annuncio che la tecnologia ibrida Toyota verrà usata da altri marchi sui propri veicoli. La casa nipponica sembra tuttavia essere rimasta indietro sullo sviluppo di auto 100% elettriche. In cui è stata preceduta da Nissan, Volkswagen e Tesla. Che sono riusciti a produrre queste nuove vetture per primi. Questa nuova collaborazione evidenzia inoltre un problema che sta affliggendo Toyota. Così come molti dei produttori di automobili a livello mondiale. Ovvero il grande investimento necessario per lo sviluppo di batterie e sistemi di guida autonoma.

GRANDE OPPORTUNITÀ PER SUBARU

Tra i marchi di automobili più grandi del Giappone, Subaru è il più piccolo. Per questo sta avendo diverse difficoltà ad investire nello studio e nella ricerca di nuovi sistemi di alimentazione a basso impatto ambientale. Così come di servizi on-demand per i veicoli. Ritenuti fondamentali nella mobilità del futuro. Da qui, la collaborazione con Toyota. “Subaru e Toyota credono che sia necessario cercare un modello di business che va oltre le convenzioni, oltrepassando i confini industriali”. Hanno dichiarato i due produttori. Per il Subaru infatti non è un periodo facile. La Casa delle Pleiadi sta tentando di stare al passo con l’enorme domanda della sua berlina Legacy e della Suv Forester negli Stati Uniti, il suo mercato più grande. La rapida crescita delle vendite di queste vetture sta dando non pochi problemi al marchio nelle fasi di produzione e controllo qualità.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le piste ciclabili sono più sicure ma aumentano il rischio di incidente

Monopattini elettrici a Milano

Monopattini elettrici a Milano: regna il caos e il Comune stoppa il noleggio

Tutor attivi in autostrada

Tutor attivi in autostrada: la Cassazione cancella lo stop