Renault Austral: approfondimento sui motori Hybrid

La gamma della Renault Austral è completamente elettrificata con motorizzazioni Mild e Full Hybrid: ecco tutte le novità in dettaglio

9 marzo 2022 - 18:11

Renault ha svelato ufficialmente la nuova Renault Austral. Si tratta del nuovo SUV, erede della Renault Kadjar, con cui la casa francese rinnova la sua gamma per il segmento C del mercato. Il nuovo modello di casa Renault punta su tecnologia ed elettrificazione per conquistare la clientela europea. Le vendite della Renault Austral partiranno nel corso del primo semestre del 2022 con l’arrivo nelle concessionarie previsto per il prossimo autunno.

RENAULT AUSTRAL È IL NUOVO C-SUV DELLA CASA FRANCESE

La nuova Renault Austral è un SUV di segmento C che riprende alcuni elementi di design dei recenti modelli di casa Renault. Si tratta del primo modello del marchio ad utilizzare la piattaforma CMF-CD. Il SUV presenta una lunghezza di 4,51 metri, una larghezza di 1,83 metri ed un’altezza massima di 1,62 metri. Il passo è di 2,67 metri. Le dimensioni abbondanti si traducono in una buona capacità di carico con un bagagliaio che parte da un minimo di 430 litri arrivando fino a 1.525 litri abbattendo i sediolini. All’interno dell’abitacolo troviamo la strumentazione digitale con display da 12.3 pollici a cui si affianca un display a sviluppo verticale e con diagonale di 9 o 12 pollici, in base all’allestimento, per il sistema di infotainment. C’è anche l’head-up display da 9.3 pollici. La dotazione della Renault Austral include i più recenti sistemi di guida assistita di Livello 2.

UNA GAMMA ELETTRIFICATA PER LA RENAULT AUSTRAL

Uno degli elementi centrali del progetto della nuova Renault Austral è rappresentato dalla gamma di motorizzazioni. La casa francese, per il suo nuovo C-SUV, ha scelto di puntare esclusivamente su soluzioni elettrificate con una gamma ibrida. Questa scelta si traduce in un’offerta composta da soli motori benzina dotati di un sistema di elettrificazione mild hybrid (a 12 Volt oppure a 48 Volt) oppure del sistema Full Hybrid E-Tech. Si tratta di soluzioni già introdotte da Renault per la sua gamma ed ora adattate per offrire il giusto connubio tra prestazioni, consumi ed emissioni per la nuova Austral. Non ci sono varianti diesel così come non sono presenti soluzioni plug-in hybrid. Almeno per il momento, inoltre, non è in cantiere una variante elettrica a zero emissioni.

RENAULT AUSTRAL: LA E-TECH FULL HYBRID È IL RIFERIMENTO DELLA GAMMA

Il punto di riferimento della gamma di motorizzazioni della nuova Renault Austral è rappresentato dalla nuova motorizzazione E-TECH Full Hybrid, destinata a diventare una delle soluzioni tecniche più importanti dell’intera offerta Renault. Il sistema utilizzato dal SUV si basa su di un motore turbo benzina 3 cilindri 1.2 litri da 130 CV e 205 Nm di coppia motrice. Al motore benzina vengono associati due motori elettrici: c’è un motore di trazione e-motor a cui si affianca un generatore ad alta tensione di tipo HSG (High-Voltage Starter Generator) che consente l’avviamento del motore termico, le cambiate e la ricarica della batteria. Il sistema è completato da una batteria agli ioni di litio (1,7 kWh / 400 V) ed una trasmissione automatica a 7 rapporti (2 per la modalità elettrica e 5 per la modalità ibrida). La Renault Austral E-TECH Full Hybrid viene proposta in due step di potenza.

DUE VARIANTI PER LA RENAULT AUSTRAL E-TECH FULL HYBRID

C’è la versione base da 160 CV e quella top da 200 CV che completa lo scatto 80-120 km/h in 5,9 secondi (per la variante da 160 CV ne servono 6,8 secondi). Il sistema di frenata rigenerativa ha un’attivazione automatica, in fase di frenata o decelerazione della vettura avviando l’autoricarica delle batterie agli ioni di litio. Questo sistema, secondo i dati forniti da Renault, garantisce un taglio dei consumi nel ciclo urbano fino al 40% rispetto ad una soluzione analoga con un solo motore benzina. Il sistema ha un avviamento sempre in elettrico, con una coppia immediatamente disponibile. I dati dichiarati dall’azienda confermano per la E-TECH Full Hybrid un consumo “a partire” da 4,6 litri per ogni 100 chilometri percorsi con emissioni di 105 grammi di CO2 al chilometro.

C’E’ ANCHE LA RENAULT AUSTRAL MILD HYBRID ADVANCED

A completare la gamma di motorizzazioni del SUV ci sono le motorizzazioni benzina con sistema mild hybrid. In particolare, un punto di riferimento dell’offerta è la nuova motorizzazione che l’azienda chiama Mild Hybrid Advanced e che viene proposta, per la prima volta nella gamma Renault, come una vera e propria alternativa al diesel. Il sistema è composto da un motore turbo benzina 3 cilindri da 1.2 litri che viene associato ad una batteria agli ioni di litio da 48 V e ad un alternatore starter in grado di supportare il motore in fase di avviamento e in accelerazione, erogando più potenza anche in fase di ripresa. Questa variante può contare su una spinta di 130 CV e sulla trasmissione manuale con consumi da 5,3 l/100 km e emissioni di 123 g/km. Secondo Renault, rispetto ad un analogo motore benzina, il Mild Hybrid Advanced offre un taglio del 20% dei consumi.

I MILD HYBRID A 12 V COMPLETANO LA GAMMA DELLA RENAULT AUSTRAL

L’offerta di motorizzazioni della nuova Renault Austral comprende anche due motorizzazioni Mild Hybrid a 12 V che rappresenta il primo livello di ibridazione della gamma del SUV. Il sistema mild hybrid è costituito da un motore turbo benzina 4 cilindri da 1.3 litri ad iniziazione diretta che l’azienda ha sviluppato in collaborazione con Daimler e che già trova spazio nella gamma Renault. Al motore è abbinato un alternatore starter e una batteria agli ioni di litio da 12 V. Il motore è disponibile in due varianti, una da 140 CV ed una da 160 CV con coppia massima di 270 Nm. Entrambe le varianti sono abbinate alla trasmissione automatica X-TRONIC. La versione da 140 CV sarà ordinabile anche con il cambio manuale a 6 rapporti. La Austral in versione mild hybrid presenta consumi nel ciclo misto che partiranno da 6.2 l/100 km con emissioni di 136 g/km.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future