Jeep elettrica: il primo SUV-B elettrico del piano Stellantis al 2030

Stellantis venderà solo auto elettriche in Europa e avrà 75 nuovi modelli EV a listino, intanto mostra la Jeep elettrica in arrivo nel 2023

2 marzo 2022 - 17:25

Stellantis ha ufficialmente presentato la sua Jeep 100% elettrica che affiancherà o sostituirà la Renagade 4xe Plug-in. Dal piano strategico Dare Forward 2030, sappiamo che la B-SUV elettrica è solo il primo di una lunga serie di modelli a batterie.

STELLANTIS SVELA LA NUOVA JEEP ELETTRICA, IL B-SUV SENZA NOME

Il design della Jeep elettrica entry level è noto, anche se non si conoscono ancora i dettagli tecnici e sul nome con cui sarà lanciata sul mercato. Di sicuro di sa che arriverà nel 2023, presumibilmente basato sulla piattaforma e-CMP condivisa nel planetario Stellantis. L’aspetto più curioso è che nonostante Carlos Tavares continui a portare l’attenzione sui costi delle auto elettriche il piano Stellantis annuncia che entro il 2030 la gamma sarà totalmente a batterie. Ma non solo, parte della strategia industriale prevede l’adizione di politiche per l’azzeramento delle emissioni di CO₂ entro il 2038. “Dare Forward 2030 ci ispira a diventare molto di più di quanto siamo mai stati”, ha dichiarato Carlos Tavares, CEO Stellantis in conferenza stampa. “Stiamo espandendo la nostra visione, superando i limiti e abbracciando una nuova mentalità”.

STELLANTIS: 100% AUTO ELETTRICHE VENDUTE IN EUROPA ENTRO IL 2030

Stellantis ha rivelato l’intenzione di raggiungere il 100% delle vendite in Europa e il 50% delle vendite negli Stati Uniti di veicoli elettrici a batteria (BEV) entro il 2030. Entro la stessa scadenza, il gruppo prevede di avere a listino oltre 75 modelli elettrici e di raggiungere vendite di 5 milioni di auto elettriche l’anno nel mondo entro il 2030. I veicoli elettrici annunciati e prossimi al lancio sono:

– il primo SUV Jeep elettrico sarà lanciato all’inizio del 2023;

Ram ProMaster BEV nel corso del 2023;

Pickup Ram BEV nel 2024;

PIANO STELLANTIS AL 2030 SU TECNOLOGIE, BATTERIE E IDROGENO

Non solo nuovi modelli elettrici ma anche mobilità innovativa, FCEV, produzione batterie e guida autonoma:

– Aumento della capacità delle batterie da 140 a 400 GWh;

– Adozione della tecnologia a celle a combustibile a idrogeno ai furgoni di grandi dimensioni nel 2024 e poi   estensione ai veicoli commerciali pesanti;

Servizio di consegna sostenibile con Waymo;

– Finanziamento iniziale di 300 milioni euro per l’adozione di tecnologie avanzate;

Gli obiettivi finanziari prevedono il raddoppio dei ricavi netti a 300 miliardi di euro entro il 2030.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?

Aeroporto Bergamo: trova i parcheggi e gli orari dei voli