Mercedes vende le sue azioni MV Agusta: le moto non sono strategiche

Le moto sportive non interessano più ai tedeschi: Mercedes-AMG vende le azioni MV Agusta. Sincronia perfetta con Audi - Ducati

26 luglio 2017 - 22:09

Nei bilanci di un grande gruppo si trovano facilmente i fondi per acquisire una piccola Azienda o, in alternativa, si può comprare un importante pacchetto delle sue azioni. Entrambe le soluzioni sono state percorse da grandi gruppi Automotive tedeschi che, in una quasi perfetta simmetria, si sono interessati a gloriosi Marchi motociclistici italiani. Le vicende del mercato e delle Società sono nel frattempo cambiate e, dopo che Audi ha messo in vendita Ducati, anche Mercedes-AMG esce dal capitale di MV Agusta (leggi la prova della MV Agusta Turismo Veloce e della sua app per regolare motore e sospensioni): il pacchetto del 25% va al fondo ComSar di un magnate dell'Europa dell'Est.

AVVENTURA DI 3 ANNI Questa storia era iniziata nel 2014 sotto auspici favorevoli anche se, vista la disparità dei numeri e dei mercati, le sinergie non potevano che essere limitate. L'accordo parlava di collaborazione a lungo termine focalizzata prevalentemente su vendita e marketing; MV Agusta cedeva un sostanzioso pacchetto di azioni (il 25%) e prendeva forma la presenza delle sportivissime motociclette MV negli store AMG. Le dichiarazioni dei manager erano entusiaste, a partire da quelle di Tobias Moers, Amministratore Delegato di Mercedes-AMG: “MV Agusta è il partner a due ruote perfetto per Mercedes-AMG. Questo Marchio ha una lunga tradizione e diversi punti di contatto con Mercedes-AMG, come una lunga e gloriosa storia sportiva e valori e obiettivi simili. Questa partnership ci darà un'entratura in un nuovo mondo di appassionati delle alte prestazioni”.

IL VENTO DELL'EST Anche Giovanni Castiglioni, Presidente e CEO di MV Agusta Motor S.p.A., era positivo: “MV Agusta e Mercedes-AMG sono una combinazione perfetta: due aziende complementari che spiccano per design, elevate prestazioni e eccellenza tecnologica. Mercedes-AMG aiuterà MV Agusta a espandersi ulteriormente a livello mondiale e accelererà la nostra crescita. L'unicità di MV Agusta migliorerà ulteriormente la leadership di Mercedes-AMG nel segmento ad alte prestazioni”.

Sulla complementarità e sui vantaggi reciproci puntava anche Wilko Stark, Vice Presidente della Strategia di Daimler e della Strategia e pianificazione del prodotto di Mercedes-Benz Cars (sapevi che Proton, ora nel mirino di Geely, è stata proprietaria di MV Agusta per breve tempo?). Era l'ottobre del 2014 ma già 2 anni dopo la situazione di MV era complicata, con un debito importante e l'espressa volontà di Mercedes-AMG, che voleva vendere il proprio pacchetto di azioni, che non si concretizzava per mancanza di compratori. Oggi la svolta: il fatidico 25% è stato comprato dal fondo di investimenti ComSar Invest, che fa parte del gruppo Black Ocean di proprietà di Timur Sardarov, magnate petrolifero dell'Est Europa.

LA SITUAZIONE MIGLIORA Giovanni Castiglioni ha detto che: “L'operazione con ComSar Invest, attraverso l'aumento di capitale e l'acquisizione delle azioni detenute da Mercedes AMG, è un importante traguardo per il nostro piano di rafforzamento del core business di MV Agusta: la produzione di moto sportive di alta gamma. Il lavoro degli ultimi 12 mesi ha riportato MV Agusta a flussi di cassa positivi, permettendoci di completare il nostro piano di ristrutturazione e di supportare lo sviluppo del prodotto e il consolidamento dei nostri mercati principali”. Speriamo quindi che la vita di MV Agusta possa trovare una certa stabilità: l'esperienza con AMG ha, in pratica, portato solamente allo sviluppo della show bike F3 800, esposta al salone di Francoforte del 2015.

Reuters si era spinta a ipotizzare che i leggeri, compatti e potenti motori MV Agusta avrebbero potuto essere utilizzati per energizzare range extender destinati ad auto elettriche ma la cosa era poco plausibile tecnicamente. Motor 1 ha riportato un commento di Sardarov: “MV Agusta è per noi il marchio più iconico del settore ed è una società che negli ultimi 5 anni ha investito molto nel prodotto, creando un'ampia gamma di fantastiche motociclette. La nostra presenza nel capitale, insieme ad una chiara visione a lungo termine nella gestione della società, ha l'obiettivo di sostenere e rafforzare MV Agusta nei prossimi anni per consolidare la sua posizione di produttore di moto super premium”. Il valore del pacchetto dovrebbe essere nell'ordine dei 40 milioni di dollari e speriamo che questo grande gruppo finanziario sappia rafforzare MV senza snaturarne i forti caratteri di sportività ed esclusività (Audi è riuscita a farlo con Ducati, anche se ora la mette in vendita).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo