Mercato auto Italia: -1,5%, il primo semestre 2018 chiude in negativo

Male il diesel che rispetto a giugno 2017 perde il 7,3% e porta giù tutto il mercato, continua invece la crescita delle alimentazioni alternative

3 luglio 2018 - 12:22

I dati del mercato auto relativi al mese di giugno 2018 non portano, purtroppo e di nuovo, buone notizie. Dopo i rallentamenti registrati a maggio che puoi vedere qui, i primi sei mesi del 2018 fanno segnare un calo dell'1.5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, dovuto in gran parte alle batoste incassate dalle auto diesel. Al contrario le motorizzazioni alternative, tranne il GPL, fanno un grande passo in avanti, così come FCA mantiene il primato nella gran parte dei segmenti nonostante di riflesso ci sia stato anche per il Gruppo italiano una contrazione delle vendite, oltre all'uscita della Fiat 500L dalla top10 dei modelli più venduti in Italia.

UN CALO GENERALE…PER COLPA DEL DIESEL Se nel mese scorso non si era riusciti a raggiungere nemmeno le 200.000 immatricolazioni, giugno 2018 fa ancora peggio con 174.702 unità vendute in tutta Italia, le quali sommate ai volumi dei mesi precedenti danno un totale di 1.120.829, che tradotto vuol dire una flessione dell'1,5% in confronto al primo semestre del 2017. Come sottolinea anche l'ANFIA, il mercato dell'auto italiano è in frenata, e il -7,3% di giugno 2018 rispetto a giugno 2017 è dovuto in gran parte alla flessione dei motori diesel (che come puoi vedere ha colpito tutta Europa) in relazione allo stesso periodo, pari al 17%. La quota totale del diesel sul mercato rimane comunque superiore alla metà (52,8%), ma nel giro di un anno è diminuita di 6 punti percentuali, e se non fosse stato per il gasolio l'andamento generale sarebbe cresciuto del 6% a giugno 2018, e del 5% nel primo semestre dell'anno.

BENE LE ALTRE ALIMENTAZIONI Ancora comunque sopraffatte dai diesel, le auto benzina mantengono una quota di mercato del 33,2% e a giugno fanno registrare una crescita del 3,2%. Eccezion fatta per il GPL, sceso del 9% nello scorso mese, vanno nettamente in positivo le altre motorizzazioni sottolineando il progressivo cambiamento a cui sta andando incontro l'intera mobilità. In testa a tutte le elettriche, anche se la loro quota totale rimane stabile sullo 0,3%, cresciute del 124,5% rispetto ad un anno fa, e del 125% prendendo in analisi l'intero semestre (le elettriche piacciono, ma sai che le colonnine sono ancora un problema?). Ottimo anche l'andamento del metano, le cui vendite sono migliorate dell'84% a giugno e del 61% rispetto ai primi sei mesi del 2017, mentre risulta leggermente più lento il trend, comunque positivo, delle ibride: +25% e +31% per quanto riguarda giugno e semestre 2018.

FCA REGINA DEI SEGMENTI Come è giusto che sia, i marchi appartenenti al gruppo FCA mantengono la leadership all'interno del mercato italiano, ma anche loro accusano il colpo (cambierà qualcosa con i piani annunciati per il periodo 2018-2022?). Guardando tutte le marche nazionali, i dati mostrano un calo del 19% per quanto riguarda le immatricolazioni di giugno (43.795 unità) e del 9% sul semestre (305.278 unità), ma mantengono comunque una buona fetta di mercato, rispettivamente del 25,1% e 27,1%. Stringendo la lente sul solo gruppo FCA, senza considerare Ferrari e Maserati, emerge una flessione del 19% nel mese di giugno e del 9% nel primo semestre 2018; da evidenziare però la mostruosa crescita di Jeep: +91,7% a giugno e addirittura +100,8% nella prima metà dell'anno. In relazione ai segmenti però FCA mantiene il dominio: Fiat Panda e Fiat 500 occupano le prime posizioni tra le super-utilitarie, Fiat Tipo è al comando tra le berline medie, e Fiat 500X, Jeep Renegade e Jeep Compass sono nell'ordine tra i tre SUV più venduti in assoluto, con Alfa Romeo Stelvio che risulta il SUV medio più apprezzato. Infine, tra i 10 modelli più acquistati 6 appartengono ad FCA, e qui è ancora la Panda a rimanere in testa seguita dalla 500X passata dal nono al secondo posto; qui figurano poi Lancia Ypsilon (4°), Jeep Renegade (5°), Fiat Tipo (7°) e Jeep Compass (8°).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Preventivass: l’agente non deve usarlo se l’ha già fatto il cliente

Auto elettriche

Auto elettriche e limiti per i neopatentati: il MIMS smentisce il Viminale

Garage auto: norme, spese e tasse sull’affitto