Londra: ricarica wireless per le auto elettriche

La Qualcomm, stipula un accordo con la Gran Bretagna, che permetterà di ricaricare le vetture elettriche senza bisogno di cavi

15 novembre 2011 - 9:00

Il governo britannico e la municipalità londinese, che stanno investendo molto sull'abbattimento delle emissioni nocive dei veicoli privati e pubblici, si serviranno di una tecnologia fornita dalla Qualcomm per ricaricare wireless le auto elettriche della City.

SPERIMENTAZIONE – Il progetto pilota, che prenderà il via i primi mesi del 2012, interesserà 50 veicoli per poi estendersi all'intera mobilità elettrica nel caso in cui, come auspicabile, i test dimostreranno l'efficacia della tecnologia. Il Primo ministro Inglese, David Cameron, crede molto nello sviluppo di questo piano ecologico ritenendolo un grosso balzo avanti nel settore, utile ad incentivare l'uso di veicoli elettrici. Aggiunge di essere lieto e fiero che i cittadini della capitale siano i primi a cimentarsi e a beneficiare della sperimentazione. Il sindaco di Londra, Boris Johnson, vorrebbe invece che la città diventasse l'epicentro europeo delle tecnologie ecologiche fino a trasformarsi in una metropoli ad impatto zero.

RIFORNIMENTO MAGNETICO – La tecnologia Wireless Electric Vehicle Charging (WEVC) fornita dalla californiana Qualcomm (ma che è anche sperimentata da BMW e Siemens) è un tipo di ricarica analoga a quella in uso in altri accessori tecnologici in circolazione, ma adattata alle autovetture. Il piano prevede alcune aree si sosta, appositamente segnalate, che saranno in grado di erogare energia per ricaricare le auto che vi sono parcheggiate. Grazie al brevetto Qualcomm, in realtà acquistato dalla HaloIPT (azienda leader per lo sviluppo di tecnologie per le ricariche wireless), l'energia sarà trasferita direttamente dall'asfalto alle batterie dell'auto, senza bisogno di collegarvi nulla (la tecnologia non dovrebbe avere ripercussioni sulla salute). E' prevedibile che il progetto punti, in un futuro non troppo remoto, ad estendere la ricarica wireless ad intere aree di sosta in grado di ricaricare le auto elettriche durante il parcheggio.

RIVOLUZIONE ECOLOGICA – Se la tecnologia si rivelasse valida, e si estendesse a vaste aree metropolitane, fare il pieno di elettricità sarebbe molto più semplice, basterebbe infatti trovare un parcheggio con “ricarica integrata” e nulla più. Potrebbe essere possibile, per esempio, rifornire l'auto nei parcheggi dei centri commerciali o del condominio durante i periodi di inattività, senza alcuna preoccupazione. Di certo se il progetto prenderà corpo, previ accertamenti sulla salute dei cittadini, cambierebbe la concezione della mobilità urbana. Londra, dopo essere stata la grigia capitale della rivoluzione industriale, potrebbe così diventare la verde capitale della rivoluzione ecologica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Daimler e Waymo: l’accordo per i camion a guida autonoma Livello 4

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali