Jeep Wrangler: il difetto non è tale se viene diffuso su internet

Jeep Wrangler: il difetto non è tale se viene diffuso su internet Un singolare pronunciamento dell'ente americano Nhtsa ha dato torto ai consumatori che lamentano un difetto al "gippone" Usa. La colpa è del tam-tam che ha avuto origine dal web

Un singolare pronunciamento dell'ente americano Nhtsa ha dato torto ai consumatori che lamentano un difetto al "gippone" Usa. La colpa è del tam-tam che ha avuto origine dal web

27 Febbraio 2011 - 05:02

Non tutte le ciambelle riescono col buco. Applicando il vecchio detto al mondo dei richiami automobilistici (che è un mondo vastissimo, è bene saperlo), si potrebbe dire che non tutte le segnalazioni degli automobilisti che si ritengono danneggiati sfociano necessariamente in un richiamo. E quanto sta accadendo negli Stati Uniti sembra dimostrarlo in pieno.

SERBATOI DISPETTOSI – La vicenda è piuttosto singolare e riguarda il serbatoio del carburante di numerosi (forse) esemplari di vetture Jeep, soprattutto del modello Wrangler, costruite tra il 2007 e il 2008. I possessori lamentano che in occasione del rifornimento, quando il serbatoio è pieno, non appena la pompa si arresta automaticamente con il consueto “clic”, uno zampillo di carburante fuoriesce dal bocchettone e inzuppa sia la vettura, sia il proprietario. In passato, Chrysler aveva richiamato per problemi simili un certo quantitativo di Dodge Durango, ma questa volta la casa sostiene che non c'è alcun inconveniente e che la responsabilità di quanto accade è dei proprietari, colpevoli, a suo dire, di utilizzare benzina contenente elevete percentuali di etanolo. “I nostri test – sostiene una fonte della casa – hanno dimostrano che l'anello di plastica situato sulla valvola di ritegno che dovrebbe evitare il rigurgito si gonfia quando è imbevuto di benzina mista ad etanolo, e ciò impedisce alla valvola di agire. È accaduto con percentuali variabili di questa sostanza: 22%, 50%, 85% e ovviamente anche con etanolo puro”.

IL VERDETTO – L'Nhtsa, l'ente americano che vigila sulla sicurezza di strade e veicoli, ha ricevuto 600 denunce, oltre a quasi 900 segnalazioni di richieste di intervento in garanzia da parte dei clienti, e nell'agosto 2010 ha aperto un'inchiesta che s'è conclusa il 16 febbraio scorso con esito sfavorevole per i consumatori: nelle vetture non c'è alcun vizio che metta a rischio la sicurezza. A nostro modo di vedere il verdetto è già piuttosto singolare così, poiché è evidente che, sicurezza o no, tocca al costruttore di un'auto rendere ogni componente di un'auto compatibile con il carburante normalmente disponibile nel Paese in cui viene venduta.

MOTIVAZIONI CURIOSE – In realtà, c'è un altro aspetto che può generare ulteriori e più forti perplessità, e cioè le motivazioni che hanno portato l'Nhtsa a respingere le istanze dei consumatori. Pare che tutto il clamore riguardo all'inconveniente sia nato e si sia diffuso nei forum e su facebook, cioè grazie a internet. Quindi, sebbene il numero di reclami ricevuti sia rilevante e comunque paragonabile a quello registrato in altri casi analoghi, l'Nhtsa ha concluso che i proprietari di Jeep che hanno segnalato il problema esprimendo il loro malcontento possono essere stati influenzati dal tam-tam mediatico originato da internet e amplificato sia prima dell'avvio delle indagini, sia durante il loro svolgimento. Il che equivale a dire che nonostante il numero significatiìvo di segnalazioni, il problema non sarebbe divenuto tale senza internet. In più di un'occasione, SicurAUTO ha elogiato la preziosissima opera dell'Nhtsa (per esempio, nel caso dei recenti richiami Toyota. Ma questa volta non possiamo fare a meno di giudicare quantomeno curiose le argomentazioni dell'ente americano. Curiose, davvero.

1 Commento

Giancarlo
14:40, 12 Luglio 2011

12 aprile consegna di Jeep Wrangler Unlimited 2011 con avvallamento del cofano26 aprile : spia motore >filtro antiparticolato13 maggio : spia motore >filtro antiparticolato >avvisata la Chrysler – nessuna risposta17 giugno : spia motore >filtro antiparticolato > riavvisata la Chrisler -nessuna risposta11 luglio : spia motore > filtro antiparticolato >riavvisata la Chrisler – risposta : correre in autostrada e monitorizzare il motore.Quando si accende la spia motore l'auto perde improvvisamente potenza , velocità e non accelera , e se si è impegnati in un sorpasso in autostrada il problema può essere serio.La cosa più fastidiosa è comunque l'atteggiamento di menefreghismo assoluto della casa produttrice , in poche parole 40000 euro buttati al vento.l

X