Jaguar Land Rover punta su Shell per la sua rete di ricarica

Jaguar Land Rover ha scelto di puntare sulla sua gamma elettrificata. Arriva l'alleanza con il progetto NewMotion per le nuove stazioni di ricarica da 7kW.

20 marzo 2019 - 18:14

Il gruppo inglese Jaguar Land Rover ha scelto di puntare sulla sua gamma elettrificata. Il brand ha svelato la nuova rete di stazioni di ricarica rapida pensata per il Regno Unito. Il costruttore intende fornire una alternativa di ricarica veloce e smart per la sua gamma di PHEV e BEV. Secondo Jaguar Land Rover il 40% degli utenti ricarica la propria auto sul luogo di lavoro. L’obiettivo è anche quello di migliorare l’esperienza di ricarica sia per le aziende che per i privati. Quanto al futuro ogni nuovo prodotto a marchio Jaguar e Land Rover sarà elettrificato a partire dal prossimo 2020. Il portafoglio di prodotti elettrificati includerà i 100% elettrici BEV, gli ibridi plug-in PHEV e gli MHEV.

LE STAZIONI INTELLIGENTI

Per migliorare la penetrazione della mobilità green Jaguar Land Rover ha scelto di puntare sulla sua gamma elettrificata. In cantiere una nuova rete di ricarica intelligente che promette di essere la prima installazione di questa portata in Uk. Le stazioni di ricarica intelligenti da 7kW sono fornite da NewMotion, una società del gruppo Shell, e promettono performance interessanti. Prendendo ad esempio un SUV elettrico Jaguar I-Pace ogni ora si ricaricano 35 km di autonomia, mentre in otto ore si ha energia per 240km. Le stazioni sono collegate ad un cloud e integrate con la rete di ricarica pubblica di NewMotion. Quest’ultima prevede di unire capillarità e flessibilità. Gli utenti potranno ricaricare presso le stazioni in tutta Europa utilizzando un’unica carta. Gli utenti NewMotion possono anche monitorare la ricarica durante il giorno tramite un’app per smartphone. I nuovi punti di ricarica offriranno vantaggi sia finanziari che ambientali ai conducenti di PHEV e BEV, fornendo allo stesso tempo una soluzione conveniente e sostenibile per quanti non possono caricare a casa.

MOBILITA’ GREEN

Jaguar Land Rover promette di rendere disponibile ai suoi clienti elettrificati energia elettrica rinnovabile al 100%. Si tratta di corrente generata da risorse naturali, tra cui energia solare ed eolica in linea con l’impegno a basso impatto di CO2. La fornitura di energia elettrica è, infatti, certificata da Renewable Energy Garant of Origin (REGO), il che significa che un’ente terzo attesta che la corrente elettrica proviene da fonti rinnovabili (Leggi tutto sulla nuova Jaguar XE). Quanto al futuro Jaguar Land Rover ha fatto sapere che tutto il suo line-up sarà elettrificato a partire dal 2020. Spazio quindi ai completamente elettrici (BEV), agli ibridi plug-in (PHEV) e agli ibridi (MHEV). Sul fronte corporate JLR ha recentemente svelato il suo nuovo polo di sviluppo green di Gaydon. Tutti gli stabilimenti del brand in Uk sono già alimentati con energia 100% rinnovabile.

LA PROSPETTIVA

La sostenibilità è al centro dell’investimento del brand a Gaydon. Il nuovo edificio si accinge a ricevere una valutazione di “Eccellenza” da parte di BREEAM ente certificatore dell’efficienza energetica. Pannelli fotovoltaici, installazioni termo isolanti, materiali da costruzione a basso impatto ambientale e illuminazione a LED (Leggi quali costruttori auto rischiano di più con la Brexit). Inoltre, circa 80.000 m3 di terreno sono stati riutilizzati per creare una zona di miglioramento ecologico (EEA) vicino al villaggio di Gaydon. In questo quadro si colloca la conversione degli spazi di parcheggio di Gaydon nel più grande sito con postazioni di ricarica intelligenti per i dipendenti Jaguar Land Rover. Parte del programma NewMotion consente ai dipendenti del brand di sperimentare i vantaggi della nuova alleanza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future