Incidenti stradali: la mappa degli Stati USA più a rischio

L'Auto Insurance Center ha studiato gli incidenti negli USA e ha trovato gli Stati più pericolosi e quelli più sicuri: le differenze sono enormi!

18 novembre 2016 - 19:23

Che si tratti di andare al lavoro, fare la spesa, partire per una vacanza o visitare un cliente, il guidare fa parte della vita della stragrande maggioranza delle persone. Ciò non toglie che scendere in strada, nelle vesti di guidatore, passeggero, ciclista, motociclista o pedone, sia anche una delle cose più pericolose che facciamo ogni giorno. Nel 2015 si stima che più di 38 mila persone abbiano perso la vita negli USA mentre la popolazione di una metropoli, ossia 4,4 milioni di persone, è rimasta ferite gravemente. Scomponendo questo tragico bilancio nelle sue voci territoriali si scoprono però grandi differenze, con Stati e Contee nettamente più sicuri della media! Che sia un'indicazione della quale tener conto in fase di pianificazione di un viaggio?

ANALISI METICOLOSA Per individuare quali sono le aree più sicure e quelle più pericolose l'Auto Insurance Center ha analizzato le informazioni di più di 777 mila incidenti avvenuti negli USA negli ultimi 20 anni. I dati sono stati ricavati dal Fatality Analysis Reporting System (FARS) gestito dalla National Highway Traffic Safety Administration. Una volta analizzata, questa enorme quantità di dati ha espressi i suoi verdetti: il posto più sicuro nel quale circolare è la Arlington County, in Virginia (incidentalmente considerata una delle contee più ricche degli USA) ma molto sicure sono anche le contee di Bethel, in Alaska; Broomfield, in Colorado, e Bronx e New York, nel New York. Notiamo che le classifiche sono stilate in base al numero degli incidenti fatali ogni 10 mila residenti e qualche piccola contea è rimasta esclusa perché la popolazione non arriva a 10 mila unità.

VIVERE PERICOLOSAMENTE Diametralmente opposta è la caratterizzazione della La Paz County, in Arizona, che è storicamente (ricordiamo che l'analisi copre 20 anni) l'area più pericolosa degli Stati Uniti, per quel che riguarda gli incidenti stradali mortali. La seguono in questo poco invidiabile ranking Tunica County, Mississippi; Lowndes County, Alabama, Leon County, nel Texas e Big Horn County, nel Montana; la classifica delle Top Ten è qui sotto.

È interessante notare che nessuna delle cinque contee più sicure del 2014 è rimasta nella Top Five mentre le 5 più letali rimangono le stesse, con l'unico avvicendamento rappresentato dalla Lowndes County che ha sorpassato la Leon County nel 2015. Considerando anche le contee più piccole la classifica cambia e “vince” Kiowa in Colorado mentre salgono diverse altre contee in Texas, Michigan e Nebraska; lo studio attribuisce questo triste primato al fatto che si tratta di popolazioni sparse in aree rurali con una rete stradale in non ottime condizioni. Secondo la NHTSA i primi cinque Stati più sicuri per la guida sono tutti nella regione nord-orientale: il Massachusetts, per esempio, può vantarsi di avere il più basso tasso di incidenti mortali negli ultimi 20 anni. Seguono il District of Columbia, lo Stato del New York, il Rhode Island e il New Jersey, Stati tutti molto vicini fra loro.

GLI STATI DELL'UNIONE Si tratta di aree piuttosto urbanizzate, con basse velocità di percorrenza medie e dotate di un buon trasporto pubblico. È da notare anche che esse hanno limiti di velocità mediamente più bassi (55 o 65 miglia all'ora rispettivamente per le autostrade e le statali) mentre i più pericolosi Stati del Sud e dell'Ovest hanno generalmente velocità massime di 70 o 75 miglia l'ora (in Florida si è discusso per 5 miglia orario di cambio dei limiti). I cinque stati più pericolosi, Mississippi, Wyoming, Montana, Alabama e South Carolina, sono relativamente rurali e scarsamente popolati e hanno lunghi tratti di strade a due corsie; i controlli delle pattuglie della Polizia (leggi come il calo delle Pattuglie può diminuire la sicurezza) sono inoltre meno frequenti. È interessante notare che il “Primary Enforcement of Seat Belt Use”, ossia un obbligo di uso delle cinture paragonabile al nostro, è presente in Alabama, Mississippi e South Carolina, dimostrando che le fatalità hanno un'origine molto comportamentale. La tendenza generale per gli USA negli ultimi 20 anni è comunque al ribasso ma si registra un'inversione di rotta nel 2015 (leggi che nel 2015 negli USA gli indicenti mortali sono aumentati del 7,7%), con NHTSA che punta il dito sull'aumento del traffico. In effetti la maggiore diminuzione la si è registrata fra il 2007 e il 2009 e secondo il Dipartimento dei Trasporti questo è correlato con la crisi economica del 2008 e il conseguente aumento della disoccupazione che ha diminuito la percorrenza media. Per finire pubblichiamo qui sotto il grafico degli Stati che hanno avuto i miglioramenti e i peggioramenti più accentuati anno su anno fra il 2014 e il 2015.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Sinistro catastrofale

Sinistro catastrofale: che cos’è e come viene gestito

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”