Hyundai Sonata, arriva l'Android-Car a prova di distrazione

Hyundai è il primo costruttore a lanciare una vettura di produzione, la Sonata, con Android Auto: quali caratteristiche avrà l'auto-smartphone?

3 giugno 2015 - 10:07

Diciamolo subito: l'auto prescelta per questo interessante innesto non è attualmente importata in Italia ma, dato che la Casa ha già preannunciato che questa soluzione sarà disponibile in futuro anche per altro modelli, pensiamo che sia opportuno vedere di cosa si tratta.

ARIA DI SILICON VALLEY – Mountain View, Santa Clara County, e Fountain Valley, Orange County: la prima è un sobborgo di San Francisco mentre la seconda è nei dintorni di Los Angeles, a circa 600 km di distanza. Tranquillizziamo subito i lettori: non state leggendo un corso di geografia, il punto è che vogliamo semplicemente mettere l'accento sul fatto che oggi un costruttore di automobili deve tener conto anche della vicinanza con i colossi dell'elettronica ed in effetti la sede americana di Hyundai è in California (Mercedes e Renault, per esempio, hanno sedi e centri di ricerca nel Golden State) come il quartier generale di Google. Ed è proprio Big G che appare, neanche tanto in trasparenza, dietro all'annuncio che la Huyndai Sonata with Navigation 2015 sarà dotata di Android Auto. Sappiamo infatti tutti che il sistema operativo open-source, identificato dal Robottino Verde, è stato creato da Google, che ha raccolto intorno a sé una folta community di sviluppatori e produttori di hardware. Sarà quindi interessante seguire la sfida fra Android Auto e Apple CarPlay, con i relativi schieramenti di costruttori.

ANCHE LE AUTO SI AGGIORNANO – Non credo che, richiami a parte, siano così frequenti gli aggiornamenti ad un differenziale o alla cassa-filtro dell'aspirazione ma con l'elettronica le cose possono cambiare profondamente. Le Huyndai Sonata with Navigation che non possiedono Android Auto potranno infatti essere aggiornate gratuitamente già da ora presso i dealer Hyundai mentre più in avanti, ma sempre entro quest'anno, il software per l'implementazione di Android Auto sarà disponibile per il download dal sito americano di Hyundai. La procedura è piuttosto semplice, dato che occorrerà soltanto creare un account MyHyundai, indicando nome, indirizzo e il Vehicle Identification Number. Una volta creato l'account si potrà scaricare, su un Pen-drive USB, il file di aggiornamento: inserendo la memoria nelle porta USB della Sonata l'operazione inizierà automaticamente. Lo smartphone destinato ad interfacciarsi con l'auto dovrà essere dotato della versione 5.0 “Lollipop” di Android e, ovviamente, della app Android Auto Companion per poter dialogare con la vettura.

UN AMPIO VENTAGLIO DI POSSIBILITÀ – La propensione di Hyundai per il dialogo fra le sue vetture e gli smartphone non è certo una novità avendo per esempio coinvolto la nuova versione della Genesis, la berlina top del costruttore coreano. Già vista è anche la “vicinanza” con Google, esplicitata, ad esempio, tramite l'integrazione con i Google Glass. Chi utilizzerà Android Auto ritroverà subito diverse fra le app di Google che usa abitualmente sul suo smartphone quali Google Maps, Google Now, messaggi, Google Play Music, l'agenda degli appuntamenti (che interagisce nativamente con Maps) oltre ovviamente alle funzioni telefoniche del cellulare. Accessibili saranno ovviamente anche le applicazioni di terze parti fra le quali citiamo iHeartRadio, Spotify, TuneIn, NPR, Stitcher, Skype e TextMe. L'utilità dell'integrazione con i sistemi della Hyundai Sonata è evidente: le app residenti sul cellulare potranno essere controllate, con un tasso di distrazione ridotto (il display del telefono sarà spento), tramite i controlli vocali, i comandi al volante o l'ampio touchscreen del sistema multimediale. L'importanza di un'integrazione con l'auto è resa evidente da un semplice dato fornito dalla NHTSA (febbraio 2014): durante il giorno, in qualsiasi momento, 660.000 automobilisti in America interagiscono con i cellulari e altri dispositivi elettronici mentre guidano.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa