Hyperloop One: test in vista, ma servono 500 ingegneri per farlo partire

Il treno ultraveloce sogno di Elon Musk, patron di Tesla, comincerà i primi test vicino Las Vegas. Il progetto richiede ingenti risorse

7 aprile 2017 - 12:05

Che Elon Musk abbia le classiche “mani in pasta” un po' ovunque è noto, lo sappiamo. Oltre ad essere il patron della Tesla Motors, pionieristica produttrice di auto elettriche dall'elevata autonomia, è anche all'interno del programma spaziale SpaceX. C'è però anche Hyperloop One che in un qualche modo è legato alla figura di Elon Musk, il progetto di un treno ultraveloce che potrebbe non far rimpiangere l'aereo negli spostamenti sia brevi che più lunghi (leggi in quali altre realtà mondiali è presente la figura di Elon Musk).

HYPERLOOP ONE Il progetto Hyperloop One vede la possibilità di costruire un treno, quindi un mezzo di trasporto terrestre, che riesca a raggiungere velocità pari a 1100 km/h come immaginato per la prima volta da Elon Musk, quindi ben oltre la velocità raggiungibile dagli aerei commerciali (parentesi come il Concorde a parte). Questo potrebbe garantire degli spostamenti nettamente più veloci su tratte sia brevi che lunghe, tagliando in modo netto i tempi di percorrenza: un esempio è il collegamento tra Duabi ed Abu Dhabi, tragitto di 120 km che questo nuovo mezzo di trasporto potrebbe coprire in soli 12 minuti (leggi di come gli Emirati Arabi vogliano blindare il lancio del treno più veloce al mondo).

COME FUNZIONA Il meccanismo che permette a questo treno di raggiungere velocità supersoniche è, ingegneristicamente, piuttosto complesso da realizzare, seppur l'idea alla base sia semplice. Nel tunnel, che di fatto è un circuito chiuso tra il tragitto di andata e quello di ritorno, viene creato il vuoto nel mentre le cabine del treno vengono pressurizzate. Il vuoto stesso permette di azzerare l'attrito che il convoglio potrebbe avere a velocità altissime, un po' come funziona con le navicelle al di fuori dell'atmosfera. Accelerazione e decelerazione sono garantite da magneti che operano in modo del tutto lineare, anche perché delle variazioni troppo elevate della spinta in un arco di tempo troppo breve potrebbero essere pericolosi per la salute dei passeggeri.

PRONTO PER I TEST Seppur l'effettivo avvio del servizio commerciale lo si guardi ben oltre l'orizzonte temporale, non si può dire lo stesso per i test, che potrebbero vedere la struttura dedicata DevLoop durante la seconda metà di quest'anno in quel di Las Vegas: un binario lungo 500 metri e con diametro di quasi 3 metri e mezzo sarà pronto per far partire il treno ultraveloce. Per continuare a portare avanti gli studi di fattibilità su questo treno che vede Elon Musk come principale investitore, e come poterlo commercializzare quanto prima ed a costi non esorbitanti (leggi quanto potrebbe arrivare a costare l'Hyperloop One), la stessa Hyperloop ha dichiarato che assumerà un totale di 500 ingegneri entro la fine di quest'anno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania