Ford EcoSport: produrlo in Europa costerà 200 milioni di euro

Ford vuol essere competitiva nei segmenti caldi e decide di spostare la produzione dall'Asia all'Est Europa, puntando su redditività e costi bassi

23 marzo 2016 - 8:58

Quello dei Suv compatti è il segmento più vivace e interessante per le Case costruttrici, le quali per primeggiare calibrano in maniera millimetrica le proprie strategie. In quest'ottica Ford decide di portare in Europa la produzione della Ecosport.

CRESCITA INARRESTABILE PER I SUV COMPATTI – Il mercato di Crossover e Suv di taglia piccola sta vivendo in Europa una stagione particolarmente felice; il 2015 si è chiuso con un + 44% rispetto all'anno precedente e i costruttori hanno già affilato le armi per il predominio su questo remunerativo segmento. L'americana Ford non è intenzionata a perdere terreno nei confronti della concorrenza e punta tutto sulla Ecosport, uno dei modelli commercialmente più soddisfacenti per la Casa dell'Ovale Blu (ecco la prova su strada della Ford Ecosport). Lo scorso anno infatti il modello è stato venduto in 39.846 esemplari (dati JATO Dynamics), triplicando la performance del 2014. Per Jim Farley, Presidente di Ford Europa, i tempi sono maturi per compiere una importante mossa strategica e ha dichiarato: “È arrivato il momento di spostare la produzione della Ecosport verso l'Europa”.

SNELLIRE LA PRODUZIONE PER LA MASSIMA COPERTURA – La Ford Ecosport è attualmente prodotta negli stabilimenti indiani di Chennai e da lì distribuita sui mercati internazionali. Gli analisti del costruttore americano hanno stimato, in riferimento al segmento dei baby suv europeo, una ulteriore crescita del 35% entro il 2017. Prevedendo quindi un innalzamento della richiesta, Ford ha deciso strategicamente di portare la produzione del modello nel Vecchio continente, destinando la produzione della fabbrica indiana al mercato locale e all'esportazione sulle piazze asiatiche e in Russia (leggi la resa Ford su Giappone e Indonesia). Le Ecosport per il mercato europeo verranno invece prodotte in Romania, negli stabilimenti ex Daewoo di Craiova, acquistati da Ford nel 2008 e nei quali è attualmente prodotta, con fortune alterne, la monovolume B-Max.

IN ROMANIA IL POLO PRODUTTIVO STRATEGICO – Per la costruzione della Ecosport in Europa Ford ha stimato un investimento fino a 200 milioni di euro, necessari a impiantare le linee di produzione del Suv e potenziare lo stabilimento di Craiova. L'inizio della produzione è previsto entro la fine del 2017. Nei piani della Casa americana lo stabilimento rumeno diverrà un polo produttivo strategico, nel quale assemblare altri modelli chiave per il mercato europeo e tra questi anche la citycar Ka. L'operazione in Romania rientra nei programmi dell'Ovale Blu di tagliare i costi puntando sugli stabilimenti dell'est europeo e sull'automazione delle linee di produzione (leggi la Spending Review Ford).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici