EcoRally 2016: SicurAUTO.it sul podio a tutto GPL

Terzo posto per l'equipaggio Comandini-Anniciello nella classifica Press, in una gara di regolarità per auto ad energie alternative

21 giugno 2016 - 9:27

Dal 17 al 19 Giugno si è svolta l'edizione 2016 dell'EcoRally San Marino-Montecarlo, competizione di regolarità per auto ad energie alternative che quest'anno ha cambiato l'abituale destinazione di Città del Vaticano per spingersi verso Montecarlo. L'equipaggio di SicurAUTO.it si è classificato terzo nella categoria “Press” con un'auto a GPL: guarda tutti i video del nostro speciale #SicurEDU sugli impianti GPL, per capire i reali risparmi e le diverse tipologie in commercio.

IL PERCORSO A differenza delle passate edizioni il percorso è completamente cambiato, ed ha puntato fin dal primo giorno di gara non verso Città del Vaticano ma verso Montecarlo. L'equipaggio di SicurAUTO.it, Luca Comandini e Claudio Anniciello, ha guidato la Hyundai i40 alimentata a GPL e fornita dall'azienda Tartarini per 843 chilometri attraverso 4 stati – San Marino, Italia, Francia e Principato di Monaco – facendo tappa a Parma per la notte del 17 Giugno ed a Sanremo per la notte del 18 Giugno. Strade di montagna affacciate su paesaggi spettacolari sono state percorse grazie al roadbook fornito dalla direzione gara, che ha guidato tutti gli equipaggi anche attraverso le strade dei castelli in provincia di Parma così come lungo una rievocazione di quello che è il percorso del Rallye Sanremo.

PROVE SPECIALI, PRESSOSTATI E CONTROLLI ORARI Come ogni rally che si rispetti non sono mancate prove speciali a punti e controlli orari lungo tutto il percorso, alle quali si sono aggiunti diversi passaggi sui pressostati localizzati a cavallo di distributori o aziende leader del settore, come la stessa Tartarini, Landi Renzo e Socogas. In sei diverse occasioni, tre durante il primo giorno di gara ed altre tre durante il secondo, gli equipaggi hanno transitato in zone durante le quali hanno dovuto mantenere una velocità media quanto più vicina possibile a quella imposta dal direttore di gara: si è trattato di sei prove speciali segrete, per le quali i rilevamenti sono stati presi lungo una indefinita parte di settori più ampi e segnalati all'interno di ogni roadbook, fattore che ha quindi costretto i gareggianti a tenere d'occhio il tachimetro per tutta la durata del settore.

SICURAUTO.IT A TUTTO GPL Con il numero di gara 29 la partenza della Hyundai di SicurAUTO.it è avvenuta alle 13.29 del 17 Giugno dal Centro Vacanze San Marino con Comandini alla guida: previsti 312.68 km, dei quali 30.39 di prova speciale segreta. Le prime due prove segrete sono state portate a termine egregiamente dal duo Comandini-Anniciello stesso all'interno dei confini sammarinesi per poi puntare direttamente in direzione Santa Cristina (RN) per l'ultima prova segreta della giornata, oltre la quale solo i pressostati hanno separato i concorrenti dall'arrivo in hotel: tutti e tre i sistemi sono stati raggiunti nel tempo stabilito e le distanze tra i cancelli di ingresso e di uscita sono state percorse con scarti di pochi decimi di secondo, guadagnando la sesta posizione nella classifica di giornata, seconda nella classifica “Press”. Il secondo giorno passa Anniciello alla guida per una difficile giornata da 494.99 km, che però ho regalato viste e paesaggi mozzafiato che solo l'Italia riesce a dare. I pressostati sono stati completati nei tempi giusti e tutti ad inizio giornata, con scarti minimi e grande soddisfazione, così come la prima prova segreta della giornata con velocità media di 47 km/h. I problemi sono arrivati nelle ultime due prove segrete, nel pomeriggio: sulle strade del Rallye Sanremo è stata richiesta una media di 48 e 49 km/h, velocità impensabile considerando la strada tortuosa e soprattutto non chiusa al traffico. L'auto è stata comunque guidata con sicurezza lungo i tornanti nei dintorni della città del Festival della Canzone Italiana, ma la velocità media è stata inferiore a quella richiesta soprattutto nella prima prova, complice un concorrente più lento che ha fatto da “tappo”. A fine giornata inevitabile lo slittamento in decima posizione assoluta e terza nella classifica “Press”. Il terzo giorno un solo checkpoint è stato previsto, ed è stato centrato dall'equipaggio con alla guida Comandini, dopodichè il trasferimento verso Montecarlo è stato svincolato dalla competizione. Terzo posto meritato ed estremamente positivo, con appuntamento all'anno prossimo per cercare di bissare o addirittura migliorare il risultato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto abbandonate suolo pubblico privato

Auto abbandonate: come rimuoverle dal suolo pubblico e privato

Guard rail non a norma: Comune di Roma condannato in appello

Guai in Italia per FCA: l’accusa del Fisco di aver “nascosto” 5 miliardi