Daimler investe in Torc Robotics: pronta la guida autonoma a prova di maltempo?

Daimler vuole lanciare la guida autonoma superiore sui suoi truck e stringe accordi con Torc Robotics, l’azienda che ha lavorato sulla tecnologia autonoma con pioggia e nebbia.

1 aprile 2019 - 18:07

Mercedes-Benz vuole portare la guida autonoma sui camion. Il brand tedesco, in occasione dello scorso Ces di Las Vegas, aveva svelato la sua gamma truck con il livello 2 di autonomia. Per fare di meglio Daimler ha ufficializzato il suo ingresso in Torc. L’azienda tech con sede in California ha fatto sapere di aver sviluppato un sistema di guida automatica per camion. Con oltre 12 anni di lavoro alle spalle nel settore Torc assicura di poter mettere su strada un sistema quasi del tutto autonomo. La piattaforma porta il livello di autonomia a 4 ed è capace di viaggiare senza problemi anche con il maltempo. Pioggia, nebbia e neve non saranno quindi un ostacolo al truck 2.0 che rinuncia al driver ma aumenta la sicurezza. Vediamo come Daimler vuole mettere a frutto la piattaforma di Torc.

CAMION AUTONOMO

Torc è una azienda tech americana operativa nel settore della guida autonoma. Con sede a Blacksburg, in Virginia, collaborerà con Daimler nello sviluppo di un software avanzato per la guida driverless. Con i suoi 120 dipendenti Torc è riuscita a creare una tecnologia che, secondo l’amministratore delegato di Daimler Trucks Martin Daum, è molto promettente. Sviluppare rapidamente il suo software per la guida autonoma è il primo obiettivo di Mercedes-Benz. Torc Robotics ha, dal canto suo, una notevole esperienza. L’azienda ha collaborato allo sviluppo di tecnologie di auto-guida con Caterpillar nel campo delle applicazioni minerarie e agricole. Al momento il sistema Torc consente ai veicoli di operare a un livello elevato di automazione, noto come livello 4. Lo sviluppo di sistemi senza conducente coinvolge anche aziende della componentistica come ZF che acquista Wabco e punta sulla guida autonoma.

OLTRE IL LIVELLO 2

“Il sistema Torc di livello 4 ha dimostrato di funzionare bene sia per la guida in città che in autostrada in caso di pioggia, neve, nebbia e sole, ha dichiarato soddisfatto Roger Nielsen, Ceo di Daimler Trucks North America. Va detto che al momento i termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti. Torc sarà controllata “a distanza” da Daimler, e l’attuale team di ingegneri lavorerà a stretto contatto con gli sviluppatori di Daimler Trucks. Questo significa che lo sviluppo del software di guida autonoma Asimov continuerà presso lo stabilimento di Blacksburg negli Usa. Allo stesso tempo, Daimler Trucks si concentrerà sull’evoluzione della sua tecnologia di guida automatizzata per l’integrazione sugli autocarri. Si tratta di ricerche attualmente in corso nel sito di sviluppo Daimler a Portland. Se Mercedes punta sulla strada Volvo ha fatto sapere di aver avviato i test di camion autonomi per il lavoro in miniera.

GLI SVILUPPI

Il settore della logistica a guida autonoma corre veloce. Il Tesla Semi verrà sicuramente dotato della funzionalità Autopilot del brand e anche Waymo sta lavorando per i camion autonomi. Daimler offre attualmente un sistema di automazione di livello 2. Questo significa che il mezzo pesante può frenare, accelerare e sterzare automaticamente utilizzando sistemi radar e telecamere. Ovviamente, Daimler raggiungerà il livello 4 per step. L’idea del brand tedesco è quella di creare una rete di partners solidi per il suo progetto. Prima di Torc Mercedes-Benz ha scelto di lavorare con Nvidia su un taxi a guida autonoma basato sull’intelligenza artificiale. Del resto l’esigenza di mobilità accomuna persone e merci e spinge i colossi dell’auto ad allearsi con i giganti tech per non restare indietro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante