Controlli le gomme e ti offrono un caffè: ma gli italiani sono ridotti così male?

Nei 4 weekend compresi tra il 26 agosto e il 22 settembre, circa 20 aree di servizio autostradali, caffè gratuito a chi fa controllare gli pneumatici

22 agosto 2013 - 8:00

La notizia, molto semplice, è che se fai controllare le gomme in autostrada, ti regalano un caffè. Chiaramente, un'iniziativa di marketing, anche a favore della sicurezza stradale.

LUNGO LO STIVALE – Nei 4 weekend compresi tra il 26 agosto e il 22 settembre, in pieno controesodo, in 20 aree di servizio autostradali dislocate in tutta Italia, all'interno dell'area parcheggio dei ristoranti Autogrill, sarà allestito uno spazio Continental (esattamemte nelle zone di Milano, Piacenza, Bologna, Genova, Firenze, Rimini, Ancona, Roma, Frosinone, Pescara e Napoli). Qui, un rivenditore autorizzato e due hostess offriranno assistenza agli automobilisti: saranno effettuati gratuitamente il controllo del residuo scolpitura, dell'uniformità dell'usura del battistrada e la verifica generale dello stato di aspetto degli pneumatici in ottica di individuare eventuali danneggiamenti visibili. In più, verrà regalato un buono per il caffè da spendere presso la catena Autogrill, oltre a un gadget per l'auto. L'attività si svolgerà durante tutta la giornata, dalle 9.30 alle ore 18.30.

QUAL È IL SENSO – In questo modo, ecco il cuore della questione, ogni automobilista che lo vorrà potrà ricevere un servizio di ispezione visiva sul componente di maggiore sicurezza della propria vettura, l'unico tramite di contatto del veicolo col suolo, sfruttando proprio il momento della pausa caffè senza sottrarre ulteriore tempo alla propria tabella di viaggio. Al termine dei controlli, lo staff di “Progetto autostrade” riferirà ai diretti interessati sull'esito dei controlli e sullo stato di salute degli pneumatici.

SERVE UN REGALO PER VIAGGIARE SICURI? – Al di là dell'iniziativa di marketing, e di qualche aspetto positivo anche sotto il profilo della sicurezza stradale, a lasciare perplessi è che l'automobilista medio italiano faccia controllare gli pneumatici solo se gli viene regalo un caffè. E magari anche un gadget. Possibile che, prima di un viaggio in autostrada, non venga effettuata la più semplice delle verifiche, e cioè se gli pneumatici sono idonei? Purtroppo, anche le statistiche recenti fanno pensare male: stando ai risultati della campagna di controlli della Polizia stradale svoltisi dal 10 al 21 giugno 2013, in collaborazione con Assogomma e Federpneus, il 12,1% delle 7.000 vetture controllate presenta almeno una non conformità riferita alle gomme. Applicando il dato sul'intero parco circolante, 37 milioni di auto, le dimensioni del fenomeno sono preoccupanti: si tradurrebbe in 4 milioni e mezzo di vetture con irregolarità agli pneumatici.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?