UK: arriva l’autovelox anti-rumore per le auto fuori legge

Nel Regno Unito ci sono troppe auto elaborate che disturbano, così il Ministero dei trasporti corre ai ripari con l’autovelox antirumore che becca i veicoli fuori legge

12 giugno 2019 - 12:42

Se ci fosse un concorso, Londra sarebbe eletta la capitale delle supercar per la densità di bolidi rombanti che invadono le strade inglesi in alcuni periodi dell’anno. Ma non è solo per questo che il Dipartimento dei Trasporti ha deciso di imporre un giro di vite alle auto moleste, elaborate e non, con le telecamere antirumore. Gli occhi, o forse meglio dire le orecchie, saranno in funzione diverse località del Regno Unito per 7 mesi di prova e funzioneranno come degli autentici autovelox. Vediamo meglio di cosa si tratta.

LE MOTO INQUINANO MENO SE NON ELABORATE

La notizia dell’introduzione degli autovelox antirumore in città viene direttamente dal Dipartimento dei Trasporti inglese, che ha dato il via al test “strade silenziose”. L’iniziativa mira ad individuare e multare non solo gli automobilisti che alterano il sistema di scarico ma anche i motociclisti e tutte le auto che pur essendo di serie hanno scarichi ormai bucati dalla corrosione. Probabilmente ad alcuni farà storcere il naso l’idea delle telecamere anti rumore, mentre Tony Campbell, CEO della Motorcycle Industry Association, muove un parere positivo. “Con una crescente pressione sull’ambiente, incluso l’inquinamento acustico, gli scarichi illegali montati da alcuni motociclisti attirano l’attenzione indesiderata della comunità motociclistica e non fanno nulla per promuovere i numerosi vantaggi che le motociclette possono offrire”.

TROPPE AUTO MOLESTE PER LE STRADE

Le telecamere anti-rumore in prova per i prossimi 7 mesi misurano i livelli sonori dei veicoli in transito per individuare quelli che infrangono i limiti del rumore. Non è escluso in seguito l’utilizzo del riconoscimento automatico della targa per aiutare la Polizia a far rispettare la legge. Attraverso l’emissione del rumore il Governo inglese spera di poter identificare anche gli automobilisti che sfrecciano a una velocità sconsiderata in città. Anche se questa accusa poi andrebbe rafforzata con prove strumentali che legano il rumore alla velocità, cosa non facile.

L’INFLUENZA DEL RUMORE SULLA SALUTE

Gli studi commissionati dal Dipartimento dei trasporti inglese hanno rilevato che l’esposizione al rumore può avere implicazioni significative per la salute fisica e mentale – con attacchi cardiaci, ipertensione, diabete di tipo 2 e stress legati a un contatto a lungo termine con ambienti rumorosi. “L’inquinamento acustico rende la vita delle persone nelle comunità di tutta la Gran Bretagna un’assoluta miseria – ha dichiarato Chris Grayling, Segretario ai Trasportie ha conseguenze molto gravi sulla salute.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

FCA adegua gli stabilimenti all’arrivo delle auto elettriche e ibride

Acquisto auto nuova: il 51% degli europei lo farebbe online

Previsioni traffico estate 2019: giugno, luglio e agosto