Semaforo giallo lampeggiante

Semaforo giallo lampeggiante: cosa fare all’incrocio?

Se il semaforo giallo è lampeggiante, come bisogna comportarsi all'incrocio? Ecco le raccomandazioni dettate dal Codice della Strada

2 settembre 2020 - 14:06

Cosa fare se il semaforo giallo è lampeggiante? Anche i bambini sanno che col semaforo rosso occorre fermarsi, col verde si può passare e col giallo ‘fisso’, che scatta subito dopo il verde, bisogna procedere soltanto se si è talmente prossimi al segnale da non poter più arrestare il veicolo in condizioni di sufficiente sicurezza (altrimenti ci si deve fermare, come con il rosso). Spesso però, specialmente nelle ore notturne ma non solo, il semaforo non è né rosso né verde ma giallo lampeggiante. Che fare in questi casi?

SEMAFORO GIALLO LAMPEGGIANTE: COSA FARE PER IL CODICE DELLA STRADA

Risponde a questa domanda, così come a tante altre sull’argomento, il Codice della Strada. In particolare l’articolo 41 comma 17 spiega bene che “in presenza di una luce gialla lampeggiante, i veicoli possono procedere purché a moderata velocità e con particolare prudenza, rispettando le norme di precedenza”. Pertanto il giallo lampeggiante non è un ‘fate un po’ come vi pare’ ma un invito a percorrere l’incrocio con molta attenzione, nel pieno rispetto delle norme sulla circolazione, verificando la presenza di altri segnali stradali (per esempio un segnale di stop) nonché l’attraversamento di eventuali pedoni e il passaggio di ulteriori veicoli (soprattutto quelli più ‘deboli’ come bici e scooter). A maggior ragione durante le ore di oscurità.

PERCHÉ SI ACCENDE IL SEMAFORO GIALLO LAMPEGGIANTE?

Qualcuno a questo punto potrebbe però domandarsi: visto che agli automobilisti si chiede di procedere comunque con particolare prudenza, perché non lasciare i semafori sempre in funzione nella classica modalità verde-giallo-rosso, e si preferisce invece metterli in stand-by ricorrendo specie di notte alla luce gialla lampeggiante? È una questione di sicurezza dettata dalla statistica: quando le strade sono più libere, come accade nelle ore notturne, gli automobilisti risultano infatti molto più prudenti con la luce gialla intermittente che che con il semaforo normale. Con il traffico molto ridotto, infatti, c’è il rischio che i semafori non vengano rispettati o che gli automobilisti, vedendo in lontananza un semaforo verde, non rallentino dando per scontato che tutti gli altri rispettino il suo diritto ad attraversare l’incrocio. La luce gialla lampeggiante, invece, induce a rallentare e soprattutto a controllare che nessun altro veicolo stia per attraversare l’incrocio.

CON IL SEMAFORO GIALLO LAMPEGGIANTE È PIÙ SEMPLICE STABILIRE LA DINAMICA DEI SINISTRI NOTTURNI

C’è inoltre da considerare che di notte, senza testimoni e se non ci sono telecamere, in caso di incidente a un incrocio con semaforo funzionante potrebbe rivelarsi molto complicato stabilire l’esatta dinamica del sinistro, perché i conducenti coinvolti potrebbero dichiarare entrambi di essere passati con il verde senza possibilità di smentita. Cosa che non potrebbe accadere con i semafori gialli lampeggianti. Ricordiamo infine che in base alle disposizioni dell’articolo 146 comma 3 CdS, chi non rispetta le segnalazioni del semaforo rischia una multa da 167 a 666 euro (che diventano da 222 a 885 nelle ore notturne) + la perdita di 6 punti sulla patente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi all'estero 2021

Rientri dall’estero 2021: stop alla quarantena per i viaggi da UE e UK

Tesla Autopilot: conducente arrestato per guida pericolosa

Auricolari alla guida

Auricolari alla guida: rischio incidente in 1 caso su 2