Quiz patente: solo il 2% ricorda le regole dopo l’esame in Germania

3500 conducenti si sono sottoposti ai quiz patente ADAC: oltre 1 su 2 non sa immettersi correttamente in carreggiata. Ecco gli errori più frequenti

12 luglio 2022 - 12:57

Vi siete mai chiesti quanti conducenti saprebbero le risposte corrette ai quiz patente, dopo il superamento dell’esame? Un sondaggio online dell’Automotive Club Tedesco l’ha fatto e il risultato è inusuale quanto inaspettato. Solo il 2% degli intervistati è stato in grado di rispondere correttamente alla maggior parte delle domande d’esame. Ecco i dettagli dell’indagine.

MOLTI “SAPIENTONI” SBAGLIANO AI QUIZ PATENTE DEL SONDAGGIO ADAC

Quando si pensa alla Germania probabilmente sia ha un’immagine di austero rispetto delle regole del codice della strada e di inflessibile zelo della polizia. Ma a quanto pare la maggior parte degli automobilisti tedeschi è a rischio multa o addirittura di non superare l’esame per la patente di guida. L’ADAC ha proposto a 3500 volontari online delle domande relative a situazioni di guida quotidiana basate sui regolamenti di circolazione stradale. Il risultato? “Chi ha valutato la propria conoscenza del traffico molto meglio di tutti gli altri conducenti ha ottenuto risultati particolarmente scarsi. Gli uomini e i giovani di età inferiore ai 40 anni sono maggiormente presenti nel gruppo dei sapientoni. Anche i conducenti che guidano oltre 200 giorni l’anno credono di essere più informati”, afferma il project manager Simone Saalmann.

I CONDUCENTI TEDESCHI NON SONO PIU’ BRAVI AI QUIZ PER LA PATENTE

Tra i partecipanti al sondaggio sui quiz di guida e patente ADAC:

– 2/3 hanno la patente da più di 20 anni;

– oltre 1 su 2 guida almeno 200 giorni all’anno;

– solo l’1% è patentato da meno di due anni.

L’ADAC ha selezionato 20 domande dal catalogo ufficiale di 1150 quiz da cui sono presi generalmente 30 quesiti che fanno parte della prova d’esame teorica per la patente n Germania. “Il nostro sondaggio mostra che pochissime persone aggiornano regolarmente le proprie conoscenze dopo il test della patente di guida e questo crea lacune”, dichiara Saalmann.

UN CONDUCENTE SU DUE NON SA INSERIRSI NELLA CORSIA ACCANTO

L’ADAC ha messo alla prova i conducenti tedeschi nelle condizioni che spesso portano a incidenti stradali come errori quando si svolta, si beve e si guida o una distanza insufficiente. La maggior parte degli intervistati sa come mantenere la distanza di sicurezza fuori dai centri abitati, conosce il divieto di parcheggio sulle piste ciclabili, sa come dare la precedenza agli incroci e in curva e il tempo di smaltimento dopo aver assunto alcol. Una convinzione frequente e pericolosa riguarda invece l’adozione della “chiusura lampo” o a cerniera. Si tratta del cambiamento di carreggiata, quando la corsia davanti si interrompe e non è percorribile in sicurezza a causa di un ostacolo, di un restringimento o un veicolo in panne. “Secondo il 52% dei conducenti è una manovra che si può fare solo nei raccordi autostradali: è spaventoso!”, riporta l’ADAC.

QUIZ PATENTE: GLI ERRORI PIU’ FREQUENTI IN GERMANIA

Gli errori ai quiz patente più frequenti causati da convinzioni sbagliate o dal mancato aggiornamento delle novità del regolamento stradale in Germania sono:

l’uso corretto dei fendinebbia, noto al 24%. In Germania possono essere accesi non solo in caso di nebbia, ma anche quando la visibilità è notevolmente ridotta a causa di pioggia o nevicate;

– pochi conducenti (21%) sanno cosa può succedere se accelerano troppo in una curva;

– quali auto che entrano in una zona a traffico limitato sono soggette all’obbligo di esporre il tagliando sulle emissioni. Solo il 6% sapeva che il tagliando vale per auto elettriche come per benzina e diesel;

– le regole sull’uso del telefono in auto sono conosciute solo dal 12% degli automobilisti;

– solo il 25% sa quando adottare il metodo della cerniera, che permette l’inserimento delle auto in modo ordinato quando la corsia si interrompe.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali