attraversare fuori dalle strisce

Quando si può attraversare fuori dalle strisce?

Il Codice della Strada descrive chiaramente quando si può attraversare fuori dalle strisce e quali sono le sanzioni in caso di violazione

21 gennaio 2021 - 16:18

Domanda che tutti i pedoni dovrebbero farsi a salvaguardia della propria incolumità: quando si può attraversare fuori dalle strisce pedonali? Non è raro vedere pedoni che attraversano la strada ben lontani dalle strisce, eppure c’è una norma del Codice della Strada che regolamenta molto chiaramente la situazione, prevedendo pure delle sanzioni. Vediamo come funziona.

L’ATTRAVERSAMENTO DEI PEDONI FUORI DALLE STRISCE

L’articolo 190 comma 2 CdS dispone che i pedoni, per attraversare la carreggiata, debbano servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria a evitare situazioni di pericolo per sé o per altri. Il comma 3 specifica poi che i pedoni non possono attraversare diagonalmente le intersezioni (incroci) né attraversare le piazze e i larghi al di fuori delle strisce pedonali, qualora esistano, anche se sono a distanza superiore a 100 metri.

Il comma 4 ricorda inoltre che ai pedoni risulta vietato sostare o indugiare sulla carreggiata o presso gli attraversamenti pedonali, salvo i casi di necessità, mentre il comma 5 specifica che i pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di strisce pedonali devono dare la precedenza ai conducenti dei veicoli. Infine il comma 6 vieta ai pedoni di attraversare la strada passando anteriormente ad autobus, filoveicoli e tram in sosta alle fermate.

QUANDO SI PUÒ ATTRAVERSARE FUORI DALLE STRISCE PEDONALI?

Quindi, ricapitolando tutte le misure che riguardano l’attraversamento delle strisce pedonali:

– Il pedone per attraversare una strada deve obbligatoriamente servirsi delle strisce. Se non ci sono o distano più di 100 metri dal punto in cui si trova, il pedone può attraversare fuori dalle strisce ma solo in senso perpendicolare (e mai diagonalmente, in particolare agli incroci), facendo estrema attenzione e dando comunque la precedenza ai veicoli che sopraggiungono. Tuttavia, in quest’ultimo caso, se il pedone ha già iniziato l’attraversamento impegnando la carreggiata, i conducenti hanno il dovere di farlo passare (art. 191 comma 2 CdS).

– Il pedone non può mai attraversare fuori dalle strisce nelle piazze e nei larghi, sempre che le strisce esistano, anche se distano più di cento metri dal punto di attraversamento.

– Il pedone non deve indugiare sulle strisce pedonali, se non per necessità.

SANZIONE PER CHI VIOLA LE NORME SULL’ATTRAVERSAMENTO DELLE STRISCE

La violazione delle norme descritte comporta una sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 26 a 102 euro. Ricordiamo infine che in base agli ultimi orientamenti della giurisprudenza, i conducenti dei veicoli sono tenuti a prevedere l’attraversamento imprudente dei pedoni. Tuttavia è più improbabile che un guidatore sia chiamato a risarcire i danni al pedone che attraversa di notte, in un luogo poco illuminato e su una strada a scorrimento veloce. Esistono poi diversi casi di pedoni investiti che sono stati ritenuti corresponsabili del sinistro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ztl Palermo

Ztl Palermo oggi: orari, mappa e zone

È obbligatorio ridurre la velocità su strada a senso unico?

Tavares: stabilimenti FCA in Italia costosi. Inizio dei litigi FCA – PSA?