Patente A2 e A senza esame: cosa cambia con le nuove regole

Si potrà davvero prendere la patente A2 e A senza esame? Scopriamo cosa cambia con le nuove regole introdotte nel 2022 con la legge di conversione del decreto Infrastrutture-bis

24 agosto 2022 - 12:20

Il Ferragosto degli appassionati di moto e di motori in generale è stato ravvivato dall’adozione di una norma che consentirà di conseguire la patente A2 e A senza esame di guida. Ma è proprio così? La risposta è sì e no, nel senso che a carte condizioni queste patenti si potranno davvero prendere senza sostenere un esame pratico, tuttavia vanno precisati e chiariti numerosi aspetti.

COSA SI PUÒ GUIDARE CON LE PATENTI A2 E A

Prima di tutto, però, ricordiamo cosa si può guidare con le patenti A2 e A, che sono le abilitazioni necessarie per condurre le moto più potenti.

– La patente A2 si può conseguire fin dai 18 anni e permette di guidare tutti i motocicli di potenza non superiore a 35 kW, con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima.

– La patente A si può conseguire dai 24 anni di età (oppure dai 20 anni se si possiede la patente A2 da almeno due anni) e consente di guidare qualsiasi motociclo, anche con carrozzetta, senza alcuna limitazione di potenza e clindrata, oltre ai tricicli di potenza superiore a 15 kW.

Normalmente per prendere la patente A2 o la patente A occorre sostenere con successo una prova di teoria e una di pratica di guida, anche se chi ha già la patente A1 o B1 o B o BE può conseguire la patente A2 o A svolgendo solo l’esame di guida. Ma presto cambieranno alcune cose.

PATENTE A2 E A: COSA CAMBIA CON LE MODIFICHE DELLA LEGGE N. 108/2022

La legge n. 108 del 5 agosto 2022 (legge di conversione, con modificazioni, del decreto Infrastrutture-bis) ha infatti introdotto una norma che modifica leggermente l’articolo 123 comma 7 del Codice della Strada in materia di Autoscuole, disponendo che “il corso di formazione, presso un’autoscuola, frequentato da parte del titolare di patente A1 o A2, nelle condizioni previste consente il conseguimento, rispettivamente, della patente A2 o A senza il sostenimento di un esame di guida”.

Significa, in altri termini, che i titolari della patente A1 (quella per i 125) potranno prendere la patente A2 senza la necessità di superare l’esame di guida ma frequentando semplicemente un corso di formazione presso un’autoscuola. Stessa cosa per i titolari di patente A2 che vorranno prendere la patente A.

Pertanto solo in queste due circostanze si potrà legittimamente parlare di conseguimento della patente A2 e A ‘senza esame’, per il resto rimarrà tutto invariato.

Il vantaggio per gli utenti sarà quello di evitarsi tutta la trafila burocratica necessaria per fare la prova di guida, compresi la richiesta del foglio rosa e il pagamento dell’esame pratico. La misura mira inoltre ad alleggerire il carico di lavoro delle Motorizzazioni, ultimamente alle prese con carenze di organico.

PATENTE A2 E A SENZA ESAME: DA QUANDO SARÀ POSSIBILE?

Precisiamo che nonostante la legge n. 108/2022 sia già entrata in vigore, al momento non è ancora possibile sfruttare la ‘scorciatoia’ dei corsi di formazione per prendere la patente A2 o A senza fare l’esame di guida, perché si attende che il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili stabilisca l’iter formativo e amministrativo per lo svolgimento di tali corsi, che dovrà essere regolato da disposizioni ben precise. Sulle tempistiche è difficile fare previsioni, ma sicuramente non sarà prima del mese di settembre 2022.

Ulteriori cose da sapere:

– il nuovo corso di formazione, di cui, ribadiamolo, al momento si sa ancora poco, dovrebbe durare 7 ore e riguardare prevalentemente l’aspetto pratico, non quello teorico;

– condizione indispensabile al rilascio della patente di guida con le nuove disposizioni (cioè senza esame ma frequentando il corso), per quanto riguarda la categoria A2 o la categoria A, è che il candidato abbia acquisito un’esperienza di almeno due anni su un motociclo rientrante nella categoria A1 o nella categoria A2;

– il nuovo corso di formazione non sostituisce in toto ma si presenta come alternativa all’esame di guida per la verifica delle capacità e dei comportamenti. Di conseguenza l’allievo che preferirà conseguire la patente A2 o A con le attuali modalità, ossia con la prova pratica, sarà libero di continuare a farlo.

3 commenti

massimiliano.costanz_16232859
10:37, 26 agosto 2022

Buon giorno Redazione,
Ho appreso le novità circa l’abolizione dell’esame pratico per la moto e vi pongo un quesito, probabilmente comune ad altri ‘datati’ come me.
Premetto che sono classe 1970 ed ho conseguito la patente B nel 1989 possedendo già la A fatta a 16 anni senza aver sostenuto l’esame pratico. La mia patente ha mantenuto quindi una limitazione per gli Stati esteri (credo fosse scritto ancora CEE) subordinata ad un eventuale esame pratico, che mi apprestavo a prenotare prossimamente. Ritenete che sia automaticamente autorizzata la guida estera con la patente in mio possesso,essendo decaduto l’esame pratico per le nuove patenti o che debba richiedere una annotazione o qualche altra formalità?
Grazie.
Cordiali saluti.
Massimiliano

    Raffaele Dambra
    11:24, 26 agosto 2022

    Buongiorno, a questa domanda non siamo ancora in grado di rispondere perché siamo tutti in attesa (anche le autoscuole) che il ministero pubblichi la circolare di riferimento con le modalità di attuazione della nuova normativa sugli esami per la patente delle moto. In altre parole, per il momento abbiamo solo la legge ma non si sa ancora come verrà applicata. Precisiamo comunque che con la nuova legge NON è decaduto l’esame pratico per le nuove patenti moto, ma solo in caso di passaggio dalla A1 alla A2 e dalla A2 alla A l’esame potrà essere sostituito da uno specifico corso di formazione. Saluti e a presto.

      massimiliano.costanz_16232859
      16:06, 26 agosto 2022

      Grazie mille. È verosimile che si tratti di una fattispecie particolare ma ritengo sia un caso comune a più motociclisti. Speriamo venga tenuto in considerazione dalle circolari. Cari saluti.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?