Pneumatici invernali sulle statali

Obbligo gomme invernali in Europa: la mappa 2022

Scopri come viene regolato l'obbligo gomme invernali in Europa: la mappa 2022 delle norme sugli pneumatici invernali in vigore negli Stati esteri del vecchio continente

8 novembre 2022 - 10:30

Recentemente abbiamo riepilogato la normativa sul cambio gomme invernali in Italia, precisando che non c’è un vero e proprio obbligo ma ogni automobilista può scegliere, ove previsto, di montare gli pneumatici termici o in alternativa i mezzi antisdrucciolevoli (catene da neve e simili). Come funziona, invece, negli altri paesi d’Europa? C’è l’obbligo gomme invernali o delle semplici raccomandazioni? Scopriamo la mappa 2022 delle regole europee.

Aggiornamento dell’8 novembre 2022 con le ultimissime novità sull’obbligo delle gomme invernali nei vari Paesi europei.

OBBLIGO GOMME INVERNALI IN EUROPA 2022: LE REGOLE PAESE PER PAESE

Aumentano anno dopo anno i Paesi europei che adottano, nei mesi più freddi, pneumatici invernali con marcatura M+S (dove M significa Mud=Fango e S significa Snow=Neve) o altri sistemi antisdrucciolevoli. Conoscere le regole in vigore nei diversi Stati è utile per viaggiare sicuri ed evitare il rischio di sanzioni. Per esempio non tutti sanno che dallo scorso anno anche la Francia ha adottato una propria normativa (la ‘Loi Montagne’) che richiede di viaggiare in modo adeguato a partire dal 1° novembre in alcune aree del Paese. Ecco, dunque, una sintetica panoramica di come i diversi Paesi europei regolamentano la guida d’inverno.

Albania: l’uso di pneumatici invernali non è obbligatorio, ma dal 1° novembre al 30 aprile bisogna comunque avere le catene da neve a bordo.

Austria: dal 1° novembre al 15 aprile, obbligatori pneumatici invernali con marcatura M+S con battistrada di almeno 4 mm, in alternativa è possibile utilizzare catene omologate ÖNORM V 5117/5119 montate sulle ruote motrici, in caso di ghiaccio o neve. Anche gli All Season sono considerati pneumatici invernali, purché riportino la marcatura M+S.

Belgio: non è previsto l’obbligo di pneumatici invernali.

Bulgaria: dal 15 novembre al 1° marzo, obbligatori pneumatici invernali con marcatura M+S e 3PMSF (simbolo di un fiocco di neve inserito in una montagna stilizzata a tre cime ovvero Three-Peak-Mountain with Snowflake) oppure pneumatici estivi con battistrada di almeno 4mm.

Croazia: dal 15 novembre al 15 aprile vige l’obbligo di montare pneumatici invernali M+S con battistrada di almeno 4 mm. Oppure le catene in caso di neve.

Danimarca: non esiste una normativa generale riguardo gli pneumatici invernali.

Estonia: dal 1° dicembre al 1° marzo, obbligatori pneumatici invernali M+S con un battistrada di almeno 3 mm. Con le strade coperte di neve si possono montare anche le catene.

Finlandia: dal 1° novembre al 31 marzo, obbligatori pneumatici invernali M+S con un battistrada di almeno 3 mm in condizioni meteorologiche o stradali invernali.

Francia: dal 1° novembre al 31 marzo, obbligatori pneumatici con marcatura M+S o 3PMSF oppure avere le catene a bordo in 42 dipartimenti alpini.

Germania: in caso di condizioni meteorologiche invernali, senza riferimenti a mesi specifici dell’anno, è obbligatorio montare pneumatici con marcatura 3PMSF o le catene. I pneumatici con la sola marcatura M+S prodotti fino al 2017 possono essere utilizzati fino al 30/09/2024.

Grecia: non esistono obblighi riguardanti gli pneumatici invernali. L’uso delle catene è consentito solo su strade innevate.

Irlanda: non esistono prescrizioni specifiche per il periodo invernale.

Lettonia: pneumatici invernali M+S con battistrada minimo di 4 mm sono obbligatori dal 1° dicembre al 1° marzo. Le catene sono utilizzabili in caso di neve sulla strada.

Lituania: dal 10 novembre al 1 aprile, obbligatori pneumatici con marcatura M+S e almeno 3mm di profondità del battistrada. Oppure le catene in caso di neve.

Lussemburgo: dal 30 ottobre al 30 marzo, in presenza di condizioni invernali quali neve, neve bagnata, brina o ghiaccio, i veicoli devono montare pneumatici con marcatura M+S. Con neve o ghiaccio sul manto stradale è possibile montare le catene. Moto, quad e altri mezzi di trasporto leggeri sono esenti da qualunque obbligo.

Macedonia del Nord: gli pneumatici invernali marcati M+S (con battistrada minimo di 1,6 mm per i veicoli sotto le 3,5 tonnellate) devono essere montati dal 15 novembre al 15 marzo fuori dalle città.

Montenegro: utilizzo obbligatorio di pneumatici invernali marcati M+S solo fuori dai centri cittadini dal 15 novembre al 1° marzo.

Norvegia: obbligo di pneumatici invernali con marcatura M+S e simbolo 3PMSF, ma chi li utilizza deve verificare che il battistrada sia di almeno 3 mm. Chi invece monta pneumatici estivi, in caso di neve o ghiaccio deve poter disporre delle catene.

Paesi Bassi: non è obbligatorio l’uso di pneumatici invernali ed è vietato l’uso di catene da neve.

Portogallo: non è obbligatorio l’uso di pneumatici invernali.

Regno Unito: non è obbligatorio l’uso di pneumatici invernali. Le catene o le gomme chiodate sono consentite solo quando non danneggiano il manto stradale, con neve o ghiaccio.

Repubblica Ceca: dal 1° novembre al 31 marzo, obbligatori pneumatici invernali con marcatura M+S e battistrada con profondità di almeno 4 mm in caso di neve o ghiaccio sulle strade.

Romania: con neve, ghiaccio o condizioni invernali, sono obbligatori pneumatici invernali con marcatura M+S. Se l’asfalto è coperto da neve o ghiaccio si possono utilizzare anche le catene.

Serbia: dal 1° novembre al 1° aprile, obbligatori pneumatici invernali M+S fuori dai centri abitati con almeno 4 mm di profondità del battistrada o catene.

Slovacchia: dal 15 novembre al 31 marzo, obbligatori pneumatici invernali con marcatura M+S con battistrada superiore di 3 mm.

Slovenia: dal 15 novembre al 15 marzo e in presenza di neve sulla strada, obbligatori pneumatici invernali M+S o 3PMSF. Con neve è possibile utilizzare le catene.

Spagna: i pneumatici invernali M+S si possono usare almeno sull’asse motrice in caso di neve su indicazione delle autorità. In alternativa possono essere montate anche le catene, sempre rispettando una velocità massima di 50 km/h.

Svezia: dal 1 dicembre al 31 marzo, obbligatori pneumatici invernali con marcatura 3PMSF e fino al 30/11/2024 con il simbolo M+S.

Svizzera: da ottobre ad aprile è raccomandato (non obbligatorio) l’uso di pneumatici invernali. Mentre le catene si possono usare solo in caso di neve o ghiaccio.

Turchia: le gomme invernali M+S o 3PMSF sono obbligatorie dal 1° dicembre al 1° aprile. Le catene possono essere montate quando il manto stradale è coperto di neve, mentre è vietato l’uso di gomme chiodate.

Ungheria: non esiste una vera e propria normativa nazionale. Solo i taxi di Budapest devono montare obbligatoriamente pneumatici invernali dal 1° novembre al 31 marzo.

OBBLIGO GOMME INVERNALI: COME FUNZIONA IN ITALIA

Dopo aver riportato le norme sull’utilizzo delle gomme invernale nei vari Paesi europei, torniamo brevemente sulla normativa vigente in Italia:

l’articolo 6 comma 4 lettera e) del Codice della Strada dispone che l’ente proprietario o gestore della strada può, con apposita ordinanza, prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o, in alternativa, pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio. Il ministero ha individuato nel periodo dal 15 novembre al 15 aprile di ogni anno l’arco temporale in cui può essere previsto l’obbligo gomme invernali. Tuttavia è possibile montare pneumatici per l’inverno già dal 15 ottobre ed eventualmente rimuoverli fino al 15 maggio. Si definiscono ‘invernali’ le gomme con marcature M+S, M&S, MS, M-S, anche con codice di velocità inferiore (fino a Q) rispetto a quanto riportato sul libretto di circolazione o sul documento unico del veicolo nel riquadro 3.

DIFFERENZA TRA GOMME INVERNALI E ALL SEASON

Indubbiamente il montaggio e lo smontaggio di gomme invernali rappresenta un costo, oltre che una seccatura. Per questo molti automobilisti preferiscono ricorrere agli pneumatici All Season, che come dice il nome vanno bene per tutte le stagioni, sia col caldo che col freddo. Ma cos’è meglio? Proviamo a rispondere sottolineando i pro e i contro di entrambe le scelte:

– sono preferibili le gomme invernali se si percorrono molti km durante l’inverno e si cercano le migliori prestazioni possibili in ogni condizione tipica della stagione più fredda. Grazie alla loro mescola più morbida, che risulta performante anche quando la temperatura raggiunge minime molto rigide, gli pneumatici invernali garantiscono su ogni tipologia di superficie, anche a bassa aderenza (per esempio una strada innevata), un’elevata tenuta di strada, un’ottima trazione e una frenata sicura, a tutto vantaggio della sicurezza.

– le gomme All Season vanno invece bene se si usa l’auto prevalentemente in città e si vive in regioni non alpine con temperature solitamente miti e non si cercano prestazioni sportive. Le caratteristiche di uno pneumatico quattro stagioni presentano infatti il disegno e la chimica del battistrada come frutto di un mirato equilibrio in grado di funzionare sia alle alte che alle basse temperature, su asfalto bagnato e asciutto. Conferendo buone performance in termini di prestazioni globali e versatilità di comportamento.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?