Neopatentato su auto non idonea

Neopatentato su auto non idonea: rischi e sanzioni

Conducente neopatentato su auto non idonea: rischi e sanzioni per il guidatore fresco di patente che conduce veicoli di potenza superiore ai limiti consentiti

10 novembre 2020 - 12:29

Che succede se un conducente neopatentato viene fermato alla guida di un’auto non idonea? Il Codice della Strada prevede alcune limitazioni per chi ha preso la patente da poco tempo, a prescindere dall’età. Che riguardano la velocità e la potenza dei veicoli nonché il valore del tasso alcolemico e altro ancora. Un neopatentato deve pertanto guidare auto meno potenti e a una velocità più bassa rispetto ai limiti standard. Inoltre non può bere neppure un goccio di alcol. Chi viola queste norme rischia multe e sanzioni parecchio severe.

QUALE AUTO PER I NEOPATENTATI?

Abbiamo già scritto in passato delle varie limitazioni per gli automobilisti freschi di patente, in quest’ambito ci occupiamo più specificatamente delle conseguenze se si guida una vettura non conforme. Ma quali auto possono guidare i neopatentati? È presto detto: l’articolo 117 CdS il comma 2-bis, dispone che “ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio, non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1 (le autovetture fino a nove posti, ndr) si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW”. Sono esclusi da questi limiti i veicoli adibiti al servizio di persone disabili in possesso di apposito pass e se il disabile è presente nel veicolo. Qui una lista aggiornata di recente sui modelli auto per i neopatentati.

SANZIONI PER NEOPATENTATI SU AUTO NON IDONEA

Ricapitolando: nel primo anno dopo il conseguimento della patente la legge stabilisce un limite di 55 kW per tonnellata, valore ottenuto dalla relazione tra il peso del veicolo e la potenza del motore, e con una potenza massima di 70 kW (o 95 cavalli). Il rapporto potenza/tara dei veicoli immatricolati dopo il 4 ottobre 2007 è specificato nella pagina 3 del libretto di circolazione, mentre per i veicoli immatricolati prima si può usare il tool gratuito del Portale dell’Automobilista inserendo semplicemente la targa. La sanzione per il neopatentato che guida una vettura troppo potente, ossia con valori superiori a quelli consentiti dal Codice della Strada, è una multa da 165 a 661 euro con sospensione della patente da 2 a 8 mesi.

NEOPATENTATI: INCIDENTE SU AUTO NON IDONEA

Ma al di là della multa, possono sorgere conseguenze ben più gravi se il neopatentato alla guida di un’auto non idonea resta coinvolto in un incidente stradale. In tal caso ha comunque diritto al risarcimento? L’assicurazione copre comunque i danni? La giurisprudenza si è più volte occupata di situazioni del genere e l’orientamento pare ormai consolidato:

se la responsabilità del sinistro è del neopatentato, l’assicurazione è comunque tenuta a risarcire i danni causati a terzi. Questo perché il divieto per gli automobilisti titolari di patente B conseguita da meno di un anno di condurre veicoli con potenza superiore a 55 kw/t, costituisce solo un illecito amministrativo e pertanto non incide sull’operatività della polizza assicurativa in caso di incidente stradale. Tuttavia, in base alle specifiche del contratto, la compagnia assicurativa, dopo aver provveduto a risarcire i danni, potrebbe far valere il diritto di rivalsa nei confronti del neopatentato che ha provocato il sinistro alla guida di una vettura vietata.

– se invece il neopatentato risulta essere il danneggiato del sinistro corre il rischio di non ricevere alcun indennizzo sia per il danno al mezzo che per l’eventuale danno alla propria persona (ma gli eventuali passeggeri saranno sempre risarciti). Anche in questo caso, però, tutto dipende dalle clausole della polizza del veicolo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione riconsegna auto difettosa

Cassazione: riconsegna auto difettosa, va valutata la perdita di valore

Un minorenne può guidare l'auto per stato di necessità

Un minorenne può guidare l’auto per stato di necessità?

Chiamata di emergenza eCall: i sistemi di serie rallentano i soccorsi