Limite di velocità agli incroci: cosa prevede il Codice

Esiste uno specifico limite di velocità agli incroci? Vediamo cosa dispone il Codice della Strada in tema di intersezioni

16 settembre 2020 - 16:00

Come tutti i conducenti ben sanno, gli incroci, che il Codice della Strada definisce anche intersezioni, richiedono sempre particolare attenzione a chi li attraversa, a prescindere che siano regolati o meno da un semaforo. L’articolo 141 comma 3 CdS ricorda che “il conducente deve regolare la velocità […] in prossimità delle intersezioni”, tuttavia non chiarisce di quanto debba limitarla. La domanda che ci poniamo è quindi questa: esiste un preciso limite di velocità agli incroci o è tutto affidato alla discrezionalità e al buon senso dei guidatori?

LIMITI DI VELOCITÀ PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA

Ogni tipologia di strada ha il suo limite di velocità, che può essere derogato dall’ente proprietario o gestore in base alle caratteristiche costruttive e funzionali del tracciato e/o all’intensità media del traffico. Ad esempio la velocità massima in autostrada è 130 km/h ma a certe condizioni può salire fino a 150 km/h, mentre sulle strade urbane può passare da 50 a 70 km/h (per i dettagli: articolo 142 comma 1 CdS). I limiti di velocità non riguardano solo le strade ma anche alcuni veicoli: e così un ciclomotore non può superare i 45 km/h, un autobus di massa complessiva a pieno carico deve rispettare il limite di 100 km/h in autostrada e di 80 km/h fuori dei centri abitati e così via (art. 142 comma 3 CdS). Viceversa il codice stradale sembra non disporre nulla circa il limite di velocità massimo da tenere agli incroci.

QUALI LIMITI DI VELOCITÀ AGLI INCROCI?

In effetti non esiste un limite prestabilito da rispettare, valido sempre e in tutti i casi, ma all’approssimarsi e durante l’attraversamento di un incrocio occorre regolarsi a seconda delle condizioni della strada, del traffico, atmosferiche, di visibilità e altro ancora, procedendo sempre con particolare prudenza a prescindere dalla presenza o meno di un semaforo (a maggior ragione se un semaforo con luce gialla lampeggiante) o di un segnale di stop o di precedenza.

NORME DA RISPETTARE PER REGOLARSI AGLI INCROCI

A questo proposito, sebbene non fornisca indicazioni precise sui limiti di velocità da osservare agli incroci, il Codice della Strada formula una serie di principi che risultano utilissimi per stabilire la condotta da adottare alle intersezioni. In particolare:

– È obbligo del conducente regolare la velocità del veicolo in modo che […] sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose e ogni altra causa di disordine per la circolazione (art. 141 CdS comma 1);

– Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile (art. 141 CdS comma 2). E nessuno può negare che un incrocio sia tutto sommato un ostacolo prevedibile

Alla luce di ciò per gestire l’attraversamento di un incrocio in sicurezza, pur in assenza di limiti di velocità prestabiliti, ogni guidatore deve innanzitutto regolare la velocità del veicolo adattandolo alle condizioni della strada e del traffico di quel preciso momento, e conservare sempre il controllo del mezzo in modo da poter frenare, anche improvvisamente, senza recar danno alla circolazione stradale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Bambini in auto rivolti all’indietro: in arrivo regole più rigide negli USA