Importo multe stradali: nel 2021 sarà più basso?

L'importo delle multe stradali nel 2021 sarà più basso? Per la prima volta dal 1992 l'indice Istat su base biennale, che determina l'aggiornamento della misura delle sanzioni, è segnalato in diminuzione

23 novembre 2020 - 18:55

Per la prima volta dal 1992, anno di approvazione del nuovo Codice della Strada, nel 2021 l’importo delle multe stradali potrebbe calare, anche se di poco. Questo perché l’indice Istat su base biennale è segnalato attualmente in ribasso e se manterrà la flessione pure a dicembre (circostanza assai probabile) determinerà un inusuale decremento delle sanzioni amministrative pecuniarie per le infrazioni stradali.

COME SI AGGIORNA L’IMPORTO DELLE MULTE STRADALI

Ricordiamo infatti che secondo l’articolo 195 comma 3 del Codice della Strada, “la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’Istat, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti. All’uopo, entro il 1° dicembre di ogni biennio, il Ministro della Giustizia, di concerto con i Ministri dell’Economia e delle Finanze, e delle Infrastrutture e dei Trasporti, fissa, seguendo i criteri di cui sopra, i nuovi limiti delle sanzioni amministrative pecuniarie, che si applicano dal 1° gennaio dell’anno successivo”. Riassumendo: gli importi delle multe stradali vengono aggiornati ogni 2 anni in base all’indice Istat dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (FOI) calcolato sul biennio precedente, prendendo come riferimento il dato pubblicato nel mese di dicembre.

IMPORTO MULTE STRADALI: NEL 2021 PREVISTO UN PICCOLO CALO

Ebbene, contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi 25 anni e oltre, nel 2021 l’aggiornamento sarà molto probabilmente al ribasso. L’ASAPS ha segnalato infatti sul suo portale che l’indice Istat relativo al mese di ottobre 2020, ha registrato un aumento dello 0,1% su base mensile ma una diminuzione dello 0,4% su base annua e una diminuzione sempre dello 0,4% su base biennale. E visto che il prossimo dato di dicembre permetterà di individuare, ai sensi del già citato art. 195 comma 3 CdS, l’esatta percentuale di aumento o di diminuzione dell’indice FOI che sarà inserito nel decreto con i nuovi limiti delle sanzioni amministrative pecuniarie da applicarsi dal 1° gennaio 2021, salvo improbabili capovolgimenti avremo un calo (attualmente del -0,4%) degli importi delle multe. Insomma, paradossalmente si tratta di una buona notizia per i trasgressori delle norme stradali…

AUMENTO DELLE MULTE STRADALI DAL 1992 A OGGI

Abbiamo più volte ribadito che l’eventuale calo sarebbe una rarità e in effetti se diamo un’occhiata a tutti gli aggiornamenti biennali dal ‘92 a oggi riguardanti gli importi delle multe notiamo solo aumenti. Il Covid-19 è riuscito a cambiare pesantemente anche questo trend.

1996: aumento del +17,5% (riferito al quadriennio 1992-1996)
1998: aumento del +21,2%
2000: aumento del +4,8%
2002: aumento del +5,0%
2004: aumento del +4,1%
2006: aumento del +3,6%
2008: aumento del +5,0%
2010: aumento del +2,4%
2012: aumento del +5,4%
2014: aumento del +0,8%
2016: aumento del +0,1%
2018: aumento del +2,2%
2020: diminuzione del -0,4% (da confermare).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Test gomme invernali e 4 stagioni 2020 – 2021: 15 pneumatici a confronto

Vendita auto usata online truffe

Le auto usate più longeve per Marca e Modello: la Top 10

Batterie auto elettriche: come sono fatte e quanto costano?