IIHS: il 50% dei genitori si distrae di più con lo smartphone alla guida

Le App per smartphone distraggono fino a 4 volte di più chi lavora con l’auto: secondo l’IIHS la metà dei genitori è incline a usare il telefono

4 novembre 2022 - 17:00

L’IIHS ha sottoposto circa 2 mila conducenti di auto a un nuovo sondaggio sulle attività svolte durante la guida. È emerso che il 50% dei genitori con figli è esposto di più al rischio di distrarsi alla guida. Inoltre l’esplosione dei servizi tramite app rappresenta un rischio per tutte le categorie di conducenti che utilizzano lo smartphone e l’auto per lavoro. In cima secondo l’Istituto per la sicurezza stradale IIHS, ci sono consegne a domicilio e ride hailing (ad esempio Lyft e Uber).

DISTRAZIONI ALLA GUIDA: IL SONDAGGIO IIHS NEGLI USA

L’IIHS ha intervistato più di 2.000 conducenti USA sulle attività secondarie che svolgono durante la guida. E’ emerso che il 50% dei genitori è più incline a effettuare regolarmente videochiamate, controllare il meteo e altro rispetto ai conducenti senza figli. Le domande hanno classificato le attività in due categorie:

ordinarie che si svolgono normalmente durante la guida di un veicolo;

straordinarie che comportano l’uso di un cellulare o un altro dispositivo elettronico.

Le attività che comportavano l’utilizzo di un dispositivo sono state ulteriormente classificate in attività di conversazione e invio di sms; programmazione di un’app di navigazione o controllo dei social media. Per alcune di queste attività ai conducenti è stato anche chiesto se utilizzano una funzione vivavoce.

SMARTPHONE ALLA GUIDA: IL 66% LO USA REGOLARMENTE

L’IIHS sostiene che due terzi dei conducenti (66%) hanno riferito di aver eseguito una o più attività con lo smartphone ogni volta che hanno guidato negli ultimi 30 giorni.

– il 50% ha affermato di aver effettuato almeno un’attività nello stesso periodo;

– l’8% ha affermato di giocare regolarmente mentre è al volante;

– la maggior parte dei conducenti ha affermato di utilizzare solitamente la funzione vivavoce quando era disponibile.

L’80% DEI CONDUCENTI IMPOSTA IL NAVIGATORE GPS MENTRE GUIDA

Circa 8 conducenti su 10 hanno affermato di aver impostato l’app di navigazione GPS alla guida e 7 su 10 hanno affermato di leggere e inviare messaggi regolarmente durante la guida ma utilizzando i comandi vocali. “L’esplosione delle funzionalità e dei servizi degli smartphone non ha solo creato nuove forme di distrazione per i conducenti, ma anche un nuovo gruppo di guidatori che effettuano il servizio di ridesharing e le consegne, il cui lavoro richiede loro di interagire con i loro telefoni mentre sono in viaggio”, ha affermato il presidente dell’IIHS, David Harkey. Un rischio di distrarsi di 4 volte maggiore rispetto agli altri conducenti che utilizzano regolarmente app per smartphone durante la guida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future