Etilometro in auto obbligatorio: regole e multe per chi guida in Francia

Per guidare in Francia bisogna avere l’etilometro in auto per legge: le regole e multe per chi guida in Francia

28 febbraio 2020 - 14:04

Guidare in Francia comporta ancora per tutti avere l’etilometro in auto obbligatorio, nonostante sia da tempo un provvedimento criticato. Facciamo chiarezza su cosa si rischia in Francia dove l’etilometro in auto è diventato obbligatorio dal 2012. Ecco regole e multe per chi viene sorpreso senza etilometro in auto o con un tasso alcolemico oltre il limite in Francia

COME DEVE ESSERE L’ETILOMETRO OBBLIGATORIO IN AUTO

L’etilometro in auto obbligatorio è uno dei provvedimenti più discussi da anni: la sua introduzione ad oggi continua a non avere una ben chiara valenza per la sicurezza stradale. La legge in Francia oggi impone a chiunque voglia guidare un’auto di avere a bordo un etilometro. Il dispositivo come previsto da un decreto del 2012 in vigore dal 1 marzo 2013 può essere di qualsiasi tipologia, purché sia stato certificato dalle autorità francesi (NF). La certificazione NF si applica sugli etilometri che soddisfano i requisiti dello standard NF X 20-702 applicabile alla categoria degli alcoltest chimici.

COSA RISCHIA CHI E’ SPROVVISTO DI ETILOMETRO I FRANCIA

L’obbligo dell’etilometro in auto per guidare in Francia è paradossale: bisogna avere un etilometro a bordo ma se a un controllo della Polizia non si è in grado di mostrarlo, si rischia solo un richiamo. La multa da 11 euro che inizialmente gravava sugli automobilisti senza alcoltest è stata ben presto abolita. Dopo un po’ dall’introduzione dell’obbligo le Autorità si resero subito conto della difficoltà operativa a far rispettare l’obbligo. Ad oggi bisogna avere un etilometro a bordo, anche se come l’ammenda, l’obbligo stesso potrebbe presto essere cancellato. In caso di positività all’alcoltest, invece, le sanzioni cambiano a seconda del gradi i ebbrezza:
tra 0,5 e 0,8 grammi per litro: si rischia una multa di 135 euro e la perdita di sei punti sulla patente;
oltre 0,8 grammi per  litro: si rischia una multa di 4.500 euro 2 anni di reclusione e la sospensione o revoca della patente.

L’OBBLIGO DELL’ETILOMETRO PER I CONDUCENTI PROFESSIONISTI

L’obbligo dell’etilometro  in Francia segue due filoni diversi e non va confuso con l’etilometro EAD (in Europa noto come Alcolock), per i conducenti professionisti. La sperimentazione in Francia dell’alcoltest collegato all’avviamento del motore è partita nel 2016 ed è diventato un obbligo per i conducenti recidivi alla guida in stato di ebbrezza. Attenzione però poiché se in Francia il limite di alcol per i conducenti esperti è 0,5 g/l come in Italia, i neopatentati devono rispettare un limite di 0,2 g/l di alcol. E forse questo espone ancora di più al rischio di una multa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante