Autostrada: chi ha la precedenza durante l’immissione?

Importante regola per chi circola in autostrada: chi ha la precedenza durante l'immissione dalla corsia di accelerazione?

24 maggio 2022 - 17:30

Una delle manovre più delicate quando si guida in autostrada è l’ingresso dalla corsia di immissione (o di accelerazione). Occorre infatti eseguirla alla giusta velocità, e senza tentennamenti, per evitare qualsiasi rischio di incidente. L’immissione nella corsia di marcia dell’autostrada è regolata dal Codice della Strada, tuttavia alle regole scritte bisogna sempre aggiungere quelle del buon senso e della prudenza. Vediamo chi ha la precedenza durante l’immissione in autostrada.

AUTOSTRADA: CHI HA LA PRECEDENZA DURANTE L’INGRESSO DALLA CORSIA DI ACCELERAZIONE?

La regola generale sulla precedenza (articolo 145 comma 2 CdS) prevede che quando due veicoli stanno per impegnare un’intersezione o le loro traiettorie stanno per intersecarsi, si ha l’obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione. Tuttavia in autostrada e sulle strade extraurbane principali, per ovvi motivi di sicurezza, un veicolo che sta procedendo ad alta velocità sulla corsia di marcia non può, anzi non deve dare la precedenza al veicolo che si sta immettendo alla sua destra dalla corsia di accelerazione, anzi è quest’ultimo a dover la precedenza ai veicoli sopraggiungenti. L’art. 176 comma 2 lettera a) CdS ricorda infatti che sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli delle autostrade “è fatto obbligo di impegnare la corsia di accelerazione per immettersi sulla corsia di marcia, nonché di dare la precedenza ai veicoli in circolazione su quest’ultima corsia”.

COME IMMETTERSI IN AUTOSTRADA SENZA RISCHI

Detto, come bisogna comportarsi per immettersi in autostrada senza correre alcun rischio? Basta mantenere la calma (naturalmente con l’abitudine anche questa diventerà una manovra di routine, da affrontare comunque con la dovuta attenzione) approcciandosi nella seguente maniera:

– usare la corsia di accelerazione per tutta la sua lunghezza fino a raggiungere la giusta velocità per l’entrata. Non si deve essere troppo lenti perché bisogna subito mettersi al passo con gli altri veicoli. L’ideale sarebbe immettersi nella corsia di marcia a una velocità non inferiore a 80-90 km/h;

– inserire per tempo la freccia di sinistra;

– controllare sempre gli specchietti retrovisori per verificare se alle proprie spalle ci sono altri veicoli e a quale distanza;

– al momento dell’entrata nella corsia di marcia verificare subito la situazione e, se c’è margine per immettersi, procedere senza indugiare; se invece il traffico è tale da non permettere un ingresso agevole in autostrada, meglio rallentare nell’attesa del momento giusto. Sconsigliato invece fermarsi del tutto perché poi accelerare da fermo richiederebbe più tempo e sarebbe potenzialmente più rischioso.

Importante: anche se la regola dispone che chi si immette deve dare la precedenza a chi sta già circolando in autostrada, quest’ultimo, se ne ha la possibilità, deve a sua volta favorire l’ingresso di chi proviene dalla corsia di accelerazione, spostandosi nella corsia di fianco oppure rallentando leggermente, sempre in piena sicurezza.

SANZIONI PER IMMISSIONE IRREGOLARE IN AUTOSTRADA

Chi viola le disposizioni dettate dall’art. 176 comma 2 sull’immissione in autostrada e nelle strade extraurbane principali è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una multa da 87 a 344 euro e la perdita di 2 punti patente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022