Autoarticolati: cosa sono e quali differenze dagli autotreni

Perché gli autoarticolati sono spesso confusi con i TIR? Ecco cosa significa e quali differenze nelle caratteristiche e nelle dimensioni li caratterizzano

11 giugno 2021 - 13:00

Gli autoarticolati sono i mezzi più diffusi per il trasporto di merci su strada e spesso impropriamente anche denominati TIR. Le caratteristiche fondamentali con cui si può riconoscere un autoarticolato sono anche le differenze che lo separano dall’autotreno. Oltre alla denominazione, è importante riconoscere anche i simboli dei segnali stradali e i divieti riservati ad autoarticolati e autotreni. Ecco tutte le info da sapere.

COSA CAMBIA TRA TIR E AUTOARTICOLATI

Nel gergo comune si tende molto spesso a fare riferimento ai TIR quando si parla in modo specifico degli autoarticolati. E’ sbagliato, perché il significato di TIR, come acronimo, è Transports Internationaux Routiers, cioè Trasporti Internazionali Stradali. Da cui si comprende con estrema facilità che lo stesso trasporto merci può avvenire attraverso diversi autoveicoli, tra quelli individuati dall’articolo 54 del Codice della Strada. Quindi per chiarire, se ti stai chiedendo cosa cambia tra TIR e Autoarticolati? La risposta è che per TIR si intende il fine, mentre l’Autoarticolato è il mezzo, sia con senso proprio di veicolo, sia come strumento per. Assodato questo quindi possiamo anche chiarire come sono fatti gli autoarticolati.

AUTOARTICOLATI E AUTOTRENI: QUALI DIFFERENZE

Le caratteristiche degli autoarticolati sono molto differenti dagli autotreni, per cui non è possibile parlare indiscriminatamente dell’uno o dell’altro. L’autoarticolato infatti è un complesso di veicoli costituiti da un trattore e da un semirimorchio. Mentre come abbiamo già spiegato, le caratteristiche degli autotreni prevedono che la parte motrice si adibita anche al carico. E’ ciò che invece non avviene per gli autoarticolati, in cui il vano di carico è esclusivamente previsto nel semirimorchio (veicolo di categoria O) che si collega tramite la ralla al veicolo motrice (il trattore stradale, categoria N). Per maggiore chiarezza ricordiamo che le autovetture adibite al trasporto di persone e cose ad uso privato invece appartengono alla categoria M.

DIMENSIONI DEGLI AUTOARTICOLATI

Le differenze tra autoarticolati e autotreni sono distinguibili anche nei segnali stradali e nei simboli che accompagnano i divieti. Nell’immagine qui sopra ad esempio si può vedere che il divieto di transito è valido sia per gli autotreni (veicolo superiore), sia per gli autoarticolati (veicolo inferiore). Le dimensioni di un autoarticolato sono il motivo principale per cui un trasporto particolare (ad esempio di oggetti molto lunghi) può avvenire solo con questi veicoli e non con autotreno. Tuttavia non possono essere superiori a:

– 16,5 metri di lunghezza;

– 2,55 m di larghezza (2,60 m se semirimorchio frigorifero);

– 4 m di altezza;

– 40 t di peso se a 4 assi o 44 t se a 5 o più assi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde