Carichi pericolosi sulle nostre strade

Ecco un ottimo esempio di come non si deve caricare un'automobile

9 ottobre 2013 - 13:42

No, stavolta non abbiamo realizzato nessun servizio speciale. La foto che vede è stata scattata in una situazione di totale normalità. Ci trovavamo sulla Roma-Civitavecchia, più o meno all'altezza di Cerveteri, quando ci siamo imbattuti in questa vecchia Mercedes 190 D stipata all'inverosimile. Con la solerzia e la rapidità dei migliori fotoreporter non ci siamo lasciati sfuggire l'immagine, che purtroppo parla chiaro. La targa dell'auto, censurata per motivi di privacy, è ancora del vecchissimo tipo, con il colore nero sullo sfondo.

30 ANNI E SENTIRLI TUTTI – Le targhe nere, come quella della Mercedes in foto, sono state pensionate l'8 settembre 1985, quindi la povera 190 D in questione ha, nel migliore dei casi, circa 28 primavere sulle spalle. Che circolare con un'auto di questa età, a meno che non sia conservata in perfette condizioni oppure debitamente restaurata, non sia l'azione più saggia del mondo, lo dovrebbe sapere anche un bambino. Invece, caricare una vettura in questo modo va contro qualsiasi regola del buon senso e del codice stradale.

VECCHIA O NUOVA NON CAMBIA – L'età dell'auto, in questo caso, è solo un aggravante, ma non costituisce il problema principale. Infatti, anche un modello fiammante, appena uscito dal concessionario, soffrirebbe di seri problemi se utilizzato in questo modo. Le criticità riguardano praticamente ogni aspetto del veicolo, partendo con carico massimo indicato sul libretto, sia per quanto riguarda il tetto, sia circa il peso complessivo della vettura. Guidare un mezzo che pesa molto di più di quanto previsto in sede di progetto vuol dire perdere il controllo con una facilità disarmante, sia in situazioni di frenata che di curva.

SCHIACCIATI DAI BAGAGLI – Meglio non pensare, poi, a quello che potrebbe succedere se dal tetto dovesse staccarsi anche solo una parte dei materiali caricati, che, nel migliore dei casi rimarrebbero sulla carreggiata e nel peggiore potrebbero rovinare addosso a qualche incolpevole motociclista. Infine, un eventuale scontro avrebbe conseguenze tragiche, considerato che tutti gli oggetti stipati all'interno dell'auto sarebbero liberi di vagare nell'abitacolo, andando a schiacciare gli occupanti dei posti anteriori.

IL CRASH TEST ADAC – Vi invitiamo a vedere il video qui sotto, che spiega gli effetti di un incidente quando il carico non è assicurato nel modo corretto. Vi invitiamo, inoltre, a informare le autorità competenti quando vi imbattete in un'auto stipata all'inverosimile come questa. 

1 commento

Mirka
19:14, 14 ottobre 2013

Fatevi un giro sull'autostrada dei fiori (A10) nei pressi del confine italo francese…. purtroppo auto così cariche sono quasi la normalità, e non ho mai avuto il piacere di vederne una fermata dalla nostra polizia o da quella dei cugini francesi oltre confine….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mobilità 2021 in Italia

Bollo auto Sicilia 2022: come regolarizzare i mancati pagamenti

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”