Alcoltest fai da te: in Polonia si fa alla Polizia

In Polonia chi ha bevuto alcol può andare alla Polizia e fare l’alcotest fai da te: ecco come funziona e cosa succede se l’alcol test risulta positivo

18 gennaio 2020 - 11:19

L’alcoltest fai da te in Polonia si fa alla Polizia, gratuitamente e senza rischi. Basta entrare nei commissariati aderenti, cercare la tabella con annesso etilometro / precursore, seguire le istruzioni ed il “gioco” è fatto. L’iniziativa è un progetto per la sicurezza stradale avviato da alcuni anni e ormai diffuso in diversi Commissariati polacchi. Una novità contro l’alcol alla guida che permette agli automobilisti di fare l’alcoltest con uno strumento certificato e regolarmente controllato, senza rischiare una multa ed in pochi secondi.Un’iniziativa che potrebbe essere replicata in Italia.

L’ALCOLTEST FAI DA TE E I LIMITI IN POLONIA

Perché fare l’alcoltest fai da te alla Polizia, se in Polonia il limite di alcol è praticamente zero (0,2 g/l). Intanto perché farsi beccare dalla Polizia in stato di ebbrezza al volante ha conseguenze molto gravi, tra multe salatissime, perdita della patente e procedimento giudiziario. Ma poi muoversi nei centri città sempre più gremite di turisti espone chi è in vacanza a non pochi rischi, visto che ogni Paese UE ha i suoi limiti sull’alcol. Inoltre in Polonia l’uso dell’alcol è piuttosto diffuso, specialmente tra le vecchie generazioni, logorate dal triste passato di questa nazione e spesso abituate a serate trascorse a bere. Ecco quindi che, la mattina seguente, potrebbe essere necessario controllarsi prima di guidare. Così basta recarsi presso una delle stazioni di Polizia e, senza alcun timore, andare in autonomia a sottoporsi all’alcoltest fai da te nelle sale d’attesa, senza coinvolgere alcun agente di Polizia.

L’ALCOLTEST FAI DA TE, ABITUDINE DIFFUSA

Un’esperienza diretta ci ha permesso di conoscere questa interessante iniziativa qualche giorno fa. Durante l’attesa (circa mezzora) per poter rilasciare una denuncia presso il Commissariato di Polizia di Cracovia, almeno 3 cittadini polacchi sono entrati per sottoporsi all’alcoltest fai da te con naturalezza. Uno di questi, dopo essersi accorto di risultare positivo, con un po’ d’imbarazzo ed un sorriso, si è rivolto a noi dicendo “oggi non è il caso di guidare, torno a casa”. Come dicevamo, l’uso (abuso) di alcol in Polonia fa parte della cultura del Paese. Per questo è probabile che il giorno dopo, qualcuno sia ancora un po’ alticcio e si sottoponga volontariamente all’alcoltest fai da te alla Polizia.

ALCOLTEST FAI DA TE ALLA POLIZIA, REPLICHIAMO?

Un’idea utile che permette di fare dell’etilometro-precursore uno “strumento amico”. Perché non fare una cosa simile in Italia, diffondendola in tutti i principali commissariati? Vero che, a richiesta, anche in Italia si può fare il test presso le forze dell’ordine, solo che bisogna chiedere ad un agente, sperare che l’etilometro/precursore sia disponibile, etc. Una barriera, anche psicologica, che non aiuta a creare una cultura dell’autocontrollo e del “commissariato amico”. C’è da aggiungere che in Polonia quasi nessuno guida l’auto dopo aver bevuto, l’uso dei taxi (molto economici) e dei vari UBER/BOLT è l’abitudine principale tra chi esce per una semplice cena o un serata in discoteca. Ma di sicuro in Italia i prezzi dei taxi sono troppo alti per sperare che tutti li usino.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Global Road Safety : -50% di vittime stradali entro il 2030

Bonus dispositivi anti abbandono

Bonus dispositivi anti abbandono: come registrarsi al portale

Volkswagen come Tesla: le auto si acquisteranno direttamente dalla Casa