Batterie auto elettriche: smaltimento e nuova vita dopo 150 mila miglia

Volkswagen riciclerà 3 mila batterie l'anno in Germania: ecco come funziona lo smaltimento e il recupero delle batterie al litio

4 marzo 2019 - 21:00

La svolta verso l'elettrificazione è sempre più imbracciata dal comparto automotive. Ecco però che accanto alla sfida tech per far crescere l'efficienza e la durevolezza del comparto batterie, cresce la preoccupazione per il futuro dei materali impiegati. Nei fatti le auto elettriche adottano batterie al litio sul cui futuro si discute davvero molto. In particolare non è chiaro cosa se ne farà dopo. Volkswagen presenta un progetto pilota per dare alla componenti delle auto green una nuova vita. Il peimo step è l'analisi dello stato dopo la quale si valuta il da farsi. Si aprono poi due prospettive; smaltimento pezzo per pezzo e dall'altro il riutilizzo in componenti come dispositivi di continuità. Diamo uno sguardo al progeto.

CAMPAGNA GREEN Volkswagen ha annunciato che riciclerà 3.000 batterie l'anno in Germania.Lo smaltimento e il recupero delle batterie al litio apre una grande sfida anche per uno dei player più importanti dell'automotive. La grande spinta dell'industria automobilistica verso i veicoli elettrici rischia di lasciare un pesante fardello ecologico. Il Gruppo Volkswagen intende lanciare Salzgitter, in Germania, a partire dal 2020,un nuovo impianto capace di smaltire circa 1.200 tonnellate di pacchi batterie agli ioni di litio per autoveicoli all'anno. Si tratta di numeri importanti perché parliamo dell'equivalente di circa 3000 veicoli elettrici oggi. I pacchi batteria saranno analizzati e ordinati; a quelli ancora funzionanti verrà dato un secondo utilizzo. In questo caso si pensa alle stazioni di mobili di ricarica per veicoli elettrici. Le batterie danneggiate saranno triturate e macinate fino ad essere ridotte in polvere (Leggi Volkswagen presenta la nuova piatttaforma cloud).

OBIETTIVO 100% Volkswagen punta a recuperare le loro preziose e rare materie prime, tra cui litio, cobalto, manganese e nichel che possono essere estratte e ordinate per l'uso in nuove batterie. Entro 10 anni la nuova linea ecologica sarà in grado di riciclare fino al 97% di tutte le materie prime utilizzate nei pacchi batteria che saranno installate suoi suoi prossimi veicoli elettrici. Ci si aspetta che il progetto pilota aiuti a raggiungere il 72% di riciclaggio rispetto all'attuale 53%. Thomas Tiedje, responsabile della pianificazione tecnica di Volkswagen, ha detto che il VW ha trascorso gli ultimi 10 anni a ricercare il modo migliore per recuperare i preziosi minerali usati per fabbricare le batterie moderne.”Abbiamo già esperienza nel settore delle batterie sostenibili nel gruppo e stiamo sviluppando ulteriormente questo problema”, ha dichiarato Tiedje in una nota (Leggi nuova Passat arriva l'IQ Drive).

SPERIMENTAZIONE AL VIA L'azienda non ha ancora comunicato i piani per il riciclaggio delle batterie in Nord America dopo aver iniziato a vendere i nuovi veicoli elettrici con l'esordio, quest'anno, dell'Audi e-tron e nel 2020 con la Volkswagen I.D. Crozz. Gli attuali pacchi batteria agli ioni di litio hanno una vita utile stimata di circa 150.000 miglia, ovvero circa 10 anni di utilizzo con cicli di guida medi. In Europa e in Cina, le case automobilistiche sono tenute a perseguire strategie di fine vita per i loro prodotti, in particolare quelli contenenti materiali che sono pericolosi per l'ambiente. Negli Stati Uniti, invece, simili sforzi di ricerca sul riciclaggio sono ancora agli inizi, sebbene Tesla, il più grande produttore di EV della nazione, abbia affermato che sta lavorando per un processo di riciclo delle batterie a ciclo chiuso presso le sue Gigafactory.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Le previsioni sbagliate sulle auto elettriche smentite dalle vendite

Auto elettriche: la ricarica bidirezionale taglierà i costi delle colonnine?

Batterie auto elettriche: 7 Paesi europei si uniscono per tagliare i costi