Nuova Volkswagen Passat, arriva l'IQ.DRIVE con Travel Assist

A partire da maggio, la Volkswagen Passat avrà la velocità di crociera automatizzata e altri Adas di ultima generazione

7 febbraio 2019 - 11:34

Un vecchio detto recitava: “squadra che vince non si cambia”. Ed è proprio quello che hanno fatto con la Volkswagen Passat, che con l'ultimo aggiornamento non cambia dal punto di vista estetico, ad eccezione di qualche piccolissimo ritocco qui e là, mentre si evolve profondamente sotto il profilo delle tecnologie di bordo. Debutta infatti l'IQ.DRIVE, ovvero il nuovo brand di Volkswagen che oggi raggruppa i più moderni sistemi di assistenza alla guida del costruttore tedesco e che in futuro accoglierà quelli di guida autonoma. Al suo interno, infatti, trovano posto l'ultima generazione del Travel Assist, in grado di controllare il veicolo quando si muove nel traffico e l'Emergency Steering Assist per le manovre d'emergenza. Non mancano poi, i nuovi fari anteriori a matrice di led.

GUIDA (QUASI) DA SOLA La principale novità della nuova Volkswagen Passat è rappresentata dal Travel Assist di ultima generazione. Si tratta di un sistema studiato per controllare l'auto quando questa viaggia in colonna. Per il suo funzionamento, sfrutta le capacità dell'Adaptive Cruise Control, che svolge la funzione di controllo longitudinale del veicolo e del Lane Assist, che si occupa invece di quello trasversale. In questo modo, il sistema è in grado di accelerare e frenare in maniera completamente automatica seguendo il traffico che circonda l'auto, ma anche di sterzare, a patto che il conducente non stacchi le mani dal volante per più di 10 secondi. Un sistema, dunque, che rientra di diritto tra i dispositivi di guida autonoma di livello 2.

LEGGE LA STRADA Grazie alle nuove funzioni dell'Adaptive Cruise Control, questo sistema può essere sfruttato tanto in autostrada, quanto in città o in strade extraurbane. In grado di lavorare tra velocità comprese tra 0 e 210 km/h, il sistema è capace di leggere le informazioni contenute nelle mappe del navigatore, per regolare la velocità in base a quella che è la morfologia del tratto di strada che l'auto sta per raggiungere. Ad esempio, se si è in prossimità di un incrocio o una rotonda, il sistema comincerà a rallentare il veicolo con anticipo e in maniera completamente automatica. Inoltre, leggendo i limiti di velocità presenti lungo il percorso, il sistema è in grado di modificare la velocità del veicolo se quella preimpostata dal guidatore è superiore a quella consentita su quel tratto di strada.

UN AIUTO IMPORTANTE Tra le novità c'è anche l'Emergency Steering Assist. La Passat è la prima vettura di Volkswagen a montare questo dispositivo che aiuta il conducente nella manovra d'emergenza. Quando il radar montato nella parte frontale dell'auto individua un ostacolo, manda al conducente un avviso visivo e sonoro. Quando questo comincerà la manovra di scarto dell'ostacolo, l'Emergency Steering Assist si attiverà intervenendo sui freni per accompagnare il movimento di scarto della vettura e, soprattutto, il controllo in fase di rientro in carreggiata per evitare un'ulteriore sbandata.

ARRIVANO I MATRIX LED Tutti nuovi anche i fari anteriori, che sono full led fin dall'allestimento di accesso alla gamma. Tra gli optional, però, ora sono disponibili anche gli IQ.LIGHT, ovvero dari a matrice di led, che sfruttando le informazioni raccolte dalla telecamera frontale, sono in grado di creare dei coni d'ombra dinamici accendendo e spegnendo singoli gruppi di led, per evitare di abbagliare le auto che giungono dalla direzione opposta.

IBRIDA AGGIORNATA L'ultima novità della nuova Volkswagen Passat è rappresentata dal debutto della versione aggiornata della GTE. Si tratta della variante ibrida plug-in della gamma, alimentata da un propulsore termico di 1,4 litri da 156 CV, abbinato a un motore elettrico da 115 CV, che insieme assicurano una potenza complessiva di sistema di 218 CV. Tutta nuova è la batteria, la cui capacità passa 9,9 a 13,0 kWh. L'autonomia massima in modalità completamente elettrica è di 55 km.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’auto più cercata sul web è italiana: 6 su 10 hanno gli ADAS

La realtà virtuale contro il mal d’auto? L’idea Porsche contro la chinetosi

Richiami auto: negli USA il 44% dei difetti ha oltre 10 anni