Autostrade: via i caselli e vignetta come in Europa

Abbattere i caselli per adattarsi agli standard europei: Di Maio annuncia l'adozione della vignetta anche in Italia e scatena la replica di Autostrade

15 gennaio 2019 - 13:01

Un annuncio dato via social dal vicepremier Luigi Di Maio durante la trasferta verso Starburgo mette nuovamente in discussione il ruolo dei Gestori stradali, un monologo diretto ad Autostrade senza mezzi termini, dal quale annuncia di voler introdurre un abbonamento annuale ed eliminare i caselli. Rapida la risposata di ASPI, accusata da Di Maio di aver aumentato i pedaggi del 30% senza investire in sicurezza. Ecco come cambierà il pagamento del pedaggio sulle autostrade nella visione del leader del M5S.

I SOLDI DEI PEDAGGI NON PER FARE PROFITTI Mentre l'Italia si adegua agli standard europeo più innovativi delle autostrade Freeflow, dal M5S partito per sfidare l'Unione europea a Strasburgo con una campagna social, arriva l'intenzione di abbattere tutti i caselli e le barriere autostradali, istituendo una tariffa fissa valida su tutta la rete. “Dobbiamo parlare di una rete autostradale europea con tariffa unica. – dichiara Di Maio – Deve sparire il casello e dobbiamo introdurre una tariffa annuale per l'utilizzo della rete. E questi soldi vanno ad una società stradale che li usa per fare le strade ed investire”.

L'ABBONAMENTO ANNUALE COME ALL'ESTERO L'idea riprenderebbe in pieno il meccanismo di pagamento già in vigore in altri Stati europei, dove l'utilizzo dell'autostrada e di alcune tratte statali è subordinato al pagamento di una vignetta dal costo fisso da attaccare al parabrezza. E poi la stoccata ad Autostrade, ancora nell'occhio del ciclone dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. “Noi non abbiamo dimenticato la promessa fatta dai familiari delle vittime del cavalcavia di Avellino e del ponte Morandi. – continua Di Maio – Noi vogliamo togliere la concessione alla famiglia Benetton (impresa più facile a dirsi che a farsi, ndr) che da quando è entrata in Autostrade ha aumentato le tariffe del 30% ma ha ridotto gli investimenti.”

LA REPLICA DI AUTOSTRADE Autostrade per l'Italia non incassa il colpo ma replica con una nota ufficiale in cui sostiene che la Francia (non a caso dove Di Maio è diretto per raggiungere la sede del Parlamento europeo) impone un pagamento delle autostrade pari a 8,73 centesimi di euro/km mentre in Spagna è di 12,13 centesimi di euro/km, invece in Italia la rete ASPI fa pagare 7,36 centesimi di euro/km. “Le tariffe autostradali sulla propria rete sono in media le più basse d'Europa nei Paesi comparabili, afferma Autostrade – sono circa il 40% più basse rispetto a quelle applicate in Spagna e circa il 15% inferiori rispetto a quelle francesi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tariffe taxi da e per gli aeroporti

Tariffe taxi da e per gli aeroporti: quanto si paga in Italia

Auto elettriche e SUV: perché il costo dell’assicurazione è più alto

Tutor autostrade 2019

Tutor autostrade 2019: mappa dispositivi da riattivare o già attivi