Auto elettriche, la Sassonia conta sui cinesi: WKW investe 1,13 miliardi

La cinese WKW ha deciso di produrre auto premium elettriche in Germania, il governo plaude all'iniziativa ma gli analisti sono molto scettici

8 maggio 2017 - 10:00

La mobilità elettrica sta riscrivendo le regole dei mercati internazionali, se fino ad oggi abbiamo assistito alle trasferte internazionali dei costruttori automobilistici con destinazione Cina, in un futuro quanto mai prossimo assisteremo a un flusso inverso, aziende cinesi che sbarcano in Europa per produrre auto elettriche. È il caso di Beijing WKW, la compagnia cinese è in procinto di investire 1.13 miliardi di euro in Sassonia con l'obiettivo di sviluppare e costruire veicoli premium a batterie (Scopri la nuova piattaforma e-CMP con la quale Citroen svilupperà auto elettriche).

VOCAZIONE AUTOMOBILISTICA IN SASSONIA Beijin WKW Automotive Part ha sottoscritto nei giorni scorsi con il governo regionale di Sassonia una lettera d'intenti per l'acquisto di terreni e di un impianto a Rothenburg Oberlausitz, vicino al confine tedesco-polacco. Le autorità regionali non hanno fatto mistero di aver corteggiato l'azienda asiatica, invogliandola a impiantarsi in questo angolo di Germania particolarmente votato all'industria automobilistica. Il ministro dell'Economia Martin Dulig ha dichiarato: “La Sassonia è già uno stato legato all'industria automobilistica e vogliamo che continui ad esserlo anche in futuro”.

UN GRANDE INDOTTO PER L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA In Sassonia insistono già numerosi impianti strategici di BMW e del Gruppo Volkswagen, Porsche compresa. A Lipsia infatti vengono prodotte le Porsche Cayenne, Panamera e Macan, nella stessa città BMW produce auto elettriche dal 2013 (Sapevi che BMW punta a una gamma M elettrica?). Nella regione sono inoltre attivi circa 750 fornitori di componenti e terzisti, un indotto quindi già esistente e abbondantemente collaudato sul quale WKW potrà contare, beneficiando di costi ridotti per l'acquisto di materiali e logistica. Come abbiamo detto in apertura l'investimento annunciato è pari a 1.13 miliardi di euro e, secondo quanto riporta Autonews, l'azienda cinese non ha chiesto aiuti economici al Governo regionale.

1.000 POSTI DI LAVORO, MA GLI ANALISTI SONO SCETTICI Il progetto di WKW è oltremodo ambizioso, sviluppare da zero e costruire in Sassonia auto elettriche premium (Guarda qui le foto spia del SUV Jaguar elettrico). Nei piani della società rientra anche la creazione di 1.000 nuovi posti di lavoro, aspetto particolarmente gradito dalle autorità regionali. A raffreddare animi ed entusiasmi sul progetto provvede l'analista tedesco Ferdinand Dudenhoeffer del Center for Automotive Research presso l'Università di Duisburg-Essen; WKW, secondo Dudenhoeffer, sarebbe un produttore di medie dimensioni di componenti auto e non avrebbe né la competenza per costruire automobili né la forza economica per sostenere i livelli salariali tedeschi: “È molto difficile immaginare che da questo piano venga fuori un'auto elettrica dal design originale. L'annuncio del progetto è clamoroso, ma riuscirà mai a vedere la luce? Io ho i miei dubbi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Revisione auto e proroga Covid: le nuove scadenze al 2021

Zone rosse e coprifuoco: autocertificazione, il modulo di NOVEMBRE

Enjoy: ecco come funziona l’algoritmo che controlla lo stile di guida