Test Autonomia auto elettriche: VW ID.3 consuma più di tutte a -7 °C

L’ADAC mette alla prova 7 modelli di auto elettriche: ecco come cambia l’autonomia nel test fino a -7 °C

2 marzo 2022 - 16:43

Le auto elettriche richiedono molta più energia in inverno rispetto all’estate, è un principio noto ormai a tutti gli e-driver. Il test autonomia auto elettriche dell’Automobile Club Tedesco però dimostra che non sempre è così per tutti i modelli. Nel confronto più recente tra 7 modelli di auto elettriche, la Volkswagen ID.3 è l’auto elettrica con il maggior consumo a -7 °C.

AUTO ELETTRICHE IN INVERNO: IL TEST DELL’AUTONOMIA 2022

Come spiega l’ADAC, la batteria delle auto elettriche ha un funzionamento ottimale tra +20 e +40 °C in cui assicura il suo massimo potenziale in termini energetici. Affinché la batteria si trovi sempre nel range di temperature ottimali, i Costruttori prevedono diverse soluzioni, tra cui le più diffuse sono il condizionamento in inverno e in estate e software di gestione sviluppati per massimizzare l’autonomia. Questo in linea di massima, perché poi ogni modello di auto elettrica ha una sua architettura hardware e software e quindi prestazioni molto differenti. Se è vero che in inverno l’autonomia delle auto elettriche diminuisce, il consumo energetico può variare in modo molto diverso, in media del +20% e fino a dimezzare l’autonomia nei percorsi più brevi. Nel test sull’autonomia delle auto elettriche 2022 l’ADAC ha messo a confronto i seguenti modelli:

Fiat 500e;

– Ford Mustang Mach-E;

– Hyundai Kona elettrica;

– Lexus UX300e;

– Nissan Leaf e+;

– Renault Zoe;

Volkswagen ID.3;

AUTONOMIA AUTO ELETTRICHE 2022: LE PROVE ADAC

Il test autonomia auto elettriche dell’ADAC è stato effettuato a diverse temperature e condizioni di guida:

– Test di guida secondo il protocollo WLTP su banco di prova a temperatura di -7 °C e +14 °C simulando una guida per 23 chilometri della durata di 30 minuti. Prima del test le auto elettriche sono state condizionate per diverse ore a temperatura controllata;

– Sulla pista di prova di Penzing a 0 °C e +20 °C dove ogni auto elettrica è stata guidata per 90 minuti o la distanza di 100 km. Per ogni tratto del percorso è stata raggiunta una velocità di 30 km/h, 50 km/h, 80 km/h e 120 km/h;

– Prova di guida reale in cui viene valutato il consumo medio per 100 km mostrato dal display;

RISULTATI TEST AUTONOMIA AUTO ELETTRICHE 2022

Come era prevedibile, nessuna delle auto elettriche ha mantenuto inalterata l’autonomia all’abbassarsi delle temperature, ma alcuni modelli hanno sfruttato meglio di altri il software di gestione della carica. La Volkswagen ID.3 ha mostrato un consumo del 30% più alto nel test a Penzing a 0 °C rispetto alla temperatura di 20 °C, peggio di Renault Zoe e Peugeot e-208 con +21% di consumo energetico. Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

Nel test di autonomia auto elettriche a -7 °C i consumi aumentano ulteriormente rispetto alla prova a +14 °C con la più parsimoniosa Fiat 500e (+35% di consumo) all’estremo opposto della Volkswagen ID.3 (+99% di consumo energetico incluse le perdite dovute agli spostamenti brevi), Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

Nella classifica dei consumi auto elettriche è sempre la Volkswagen ID.3 a mostrare una peggiore capacità di sfruttare l’autonomia negli spostamenti brevi (-50% da +14 °C a -7 °C). Secondo l’ADAC, è auspicabile che arrivi presto un aggiornamento software che permetta di sfruttare meglio l’energia della batteria della ID.3 dopo gli avviamenti a freddo. Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre