Tesla cancella le versioni economiche e alza il prezzo dell’Autopilot

Il prezzo di una Model S e X entry level aumenta e scende quello della Model 3, ma chi vuole l’Autopilot da 16 agosto lo pagherà 1000 dollari in più, l’annuncio di Musk

17 luglio 2019 - 12:11

L’estate Tesla non smette di riservare sorprese ai suoi clienti, vecchi e nuovi, con l’annuncio di una serie di novità per chi ha appena comprato una nuova Tesla e chi sta pensando di acquistarla. Lo sfoltimento della gamma Tesla era nell’aria, ma ora è ufficiale: le Model S e Model X non avranno più una versione più economica. La Model 3 sarà l’unica auto per cui sarà prevista una “Standard Range” e l’Autopilot che presto sarà ampliato a funzioni di guida avanzate costa di più dal 16 agosto 2019.

LE NOVITA’ TESLA DELL’ESTATE 2019

Qualche mese fa l’annuncio di voler rimpiazzare gli Store più dislocati con officine di riparazione e servizi di manutenzione a domicilio aveva creato un grande trambusto. Al punto che anziché tagliare le concessionarie, Tesla ha pensato bene di tagliare le versioni in listino. Una necessità legata ai costi di formazione che, salvo acquistare una delle auto in pronta consegna richiederà ai nuovi clienti un investimento maggiore. Così le Tesla Model S e Model X negli USA (e di conseguenza anche in Italia) costeranno di più, ma per un pacchetto tecnologico proporzionato.

I PREZZI DI TESLA MODEL S, X E 3

Il prezzo di partenza della Tesla Model S sale da circa 65 mila a 70 mila dollari. Lo stesso accade per la Tesla Model X che passa da circa 71 mila a 75 mila dollari. Per entrambi i modelli di punta saranno disponibili solo le versioni Long Range e Performance, come si vede anche sul sito italiano anche se con prezzi più alti in euro. La Tesla Model 3 invece è disponibile nella versione Standard Range Plus (che qualche mese fa sarebbe costata 4500 dollari in più della Standard Range) a circa 39 mila dollari. I prezzi includono gli incentivi statali sull’acquisto di auto ecologiche.

L’AUTOPILOT COSTERA’ 1000 DOLLARI IN PIU’

L’immagine in alto mostra già le auto di serie nella colorazione bianco perla multistrato, che è l’unica disponibile gratis. Come annunciato qualche settimana fa infatti ora bisognerà pagare 1000 dollari per la vernice nera che prima era gratis. Il più recente tweet di Elon Musk ha annunciato anche che l’Autopilot dal 16 agosto 2019 costerà 100 dollari in più. Una campagna di marketing allo stato puro per spingere anche i clienti ad acquistare il software con l’auto nuova, anziché richiedere l’abilitazione più avanti. Il prezzo dell’Autopilot infatti è dichiaratamente variabile in base alle funzioni che vengono sviluppate e aggiunte nel tempo e questo i clienti Tesla informati lo sanno bene.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le piste ciclabili sono più sicure ma aumentano il rischio di incidente

Monopattini elettrici a Milano

Monopattini elettrici a Milano: regna il caos e il Comune stoppa il noleggio

Tutor attivi in autostrada

Tutor attivi in autostrada: la Cassazione cancella lo stop