Auto elettriche inquinano meno

TCO Taxi Elettrici VS Diesel: i costi di gestione in 5 Paesi d’Europa

Usare un’auto elettrica come Taxi al posto del diesel: ecco i costi di gestione e il TCO Taxi elettrici VS Diesel in uno studio europeo

18 giugno 2020 - 13:15

Le auto ibride usate come Taxi sono una costante in molte città del mondo, diversamente dai Taxi elettrici. Secondo uno studio sul TCO (Total Cost of Ownership) i costi di gestione dei Taxi elettrici sono del 14% inferiori nel confronto tra Taxi Elettrici VS Diesel. Ecco quanto e dove conviene di più un Taxi elettrico o diesel in Europa.

TAXI ELETTRICI VS DIESEL: COSA STA CAMBIANDO

Cambiare abitudini non è mai facile, spesso lo si fa per necessità o obblighi normativi, ed è così anche per i Taxi elettrici di Uber. Uber infatti è alle prese con un mega piano di rinnovamento del parco auto nelle principali città europee utilizzando solo auto elettriche. Nel caso di Uber la conversione dei driver è incentivata anche da tariffe elettriche più care. Ma negli altri casi quali sono i costi di gestione di un’auto elettrica come Taxi? Uno studio di Transport&Environment ha messo a confronto il TCO di auto elettriche VS Diesel in 5 città d’Europa. Ecco cosa bisogna sapere sui costi di gestione di Taxi elettrici VS Diesel.

TCO TAXI ELETTRICI VS DIESEL: L’INDAGINE IN EUROPA

Si può usare un’auto elettrica come Taxi? Sicuramente si e in questo articolo vi abbiamo parlato di quanta batteria resta in un Taxi dopo oltre 300 mila km. Un fattore chiave che influenza l’operatività (e poi anche i costi di gestione) di un Taxi elettrico è appunto la ricarica delle batterie, come emerge anche dall’analisi di T&E. Confrontando un’auto elettrica media come la Nissan Leaf con una Skoda Octavia Diesel su una percorrenza di 60 mila km/anno, si può risparmiare fino al 24% sul TCO. Il costo dell’energia elettrica è un’altra importante considerazione da fare, che differenzia e non poco il costo di gestione di un Taxi a Parigi, Madrid, Lisbona, Bruxelles e Berlino. Allo stesso modo una tassazione favorevole e un costo del carburante minore, può in media rendere meno vantaggioso il TCO di un’auto elettrica rispetto a un’auto diesel in Germania. Valutazioni chiaramente di massima al netto anche degli incentivi sull’acquisto di un’auto elettrica fino a 7 mila euro, variabili tra i vari Paesi.

TCO TAXI ELETTRICI VS DIESEL: I COSTI DA NON SOTTOVALUTARE

Se la manutenzione ordinaria è notevolmente più bassa, come è emerso dall’indagine di SicurAUTO.it sui costi dei tagliandi di auto elettriche e ibride, la ricarica delle batterie può influire molto sui costi di gestione. L’indagine pone a confronto i casi in cui l’auto elettrica può essere ricaricata alle colonnine pubbliche (meno vantaggioso), presso l’azienda (più vantaggioso) o a casa (con ricarica diurna o notturna). Lo studio non considera una componente di costo dovuto alla minore operatività dei Taxi elettrici in ricarica, poiché secondo i sondaggi, si può far combaciare la ricarica con le pause. La ricarica casalinga rappresenta la migliore condizione per ridurre il TCO di un’auto elettrica soprattutto di segmento Medio e Premium, come mostra la proiezione qui sotto. Clicca l’immagine per vederla a tutta larghezza.

TCO TAXI ELETTRICO, QUANDO E DOVE CONVIENE PIU’ DEL DIESEL

Nel confronto del TCO di Taxi elettrici VS Diesel, emerge che il costo al km più vantaggioso si registra a Madrid con ricarica casalinga notturna (TCO 0.16 euro/km). Mentre a Parigi e a Madrid, ricaricare un’auto elettrica anche fuori casa, porta tranquillamente i costi di gestione al pari di un’auto diesel (TCO oltre 0.2 euro/km). Ricaricare l’auto elettrica fuori casa è in media sempre più svantaggioso rispetto a un’auto diesel (TCO Taxi elettrico a 0.25 euro/km), con un picco a Bruxelles di oltre 0.35 euro/km come costi di gestione di un’auto elettrica (mentre il TCO diesel è circa 0.24 euro/km). Il fermo auto è forse l’incognita maggiore, visto che non sempre si ha a disposizione una presa di ricarica veloce. Secondo i dati rilevati da T&E, in un’ora di ricarica con caricatore da 50 kW si riescono comunque a guadagnare circa 200 km di autonomia durante la pausa pranzo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Revisione auto e proroga Covid: le nuove scadenze al 2021

Zone rosse e coprifuoco: autocertificazione, il modulo di NOVEMBRE

Enjoy: ecco come funziona l’algoritmo che controlla lo stile di guida